sabato 29 gennaio 2011

Richard Matheson - Ricatto Mortale (Fanucci 2007)


Richard Matheson è entrato nella mia libreria da relativamente poco tempo, da quando ho deciso di leggere il suo romanzo più famoso.
Da allora, devo ammetterlo, faccio fatica a non comprare qualunque libro che abbia in copertina il suo nome, complice anche il fatto di essere uno dei pochi autori in grado di variare completamente non solo il proprio stile narrativo ma anche i generi che riesce ad andare a toccare.
Se, quindi, (e cito solo i libri letti da me) in “Io sono Leggenda” avevamo una netta vena Horror (anche se fortemente intimista), se in “Io sono Helen Driscoll” ci trovavamo davanti al paranormale ed al suo rapporto con un normale essere umano e se in “Tre millimetri al giorno” avevamo una trama dalle basi assolutamente fantascientifiche, ecco che “Ricatto Mortale” (pessima traduzione del ben più evocativo “Someone is Bleeding”) è un Noir che rispetta tutti i più classici canoni del genere.
Abbiamo il protagonista (voce narrante) che si trova in una nuova città ed in una nuova vita, abbiamo un incontro fatale con una donna che (si sa già, è praticamente nel contratto) lo farà impazzire di amore e dolore, abbiamo omicidi più o meno misteriosi, abbiamo azione, abbiamo coincidenze fin troppo particolari.

La narrazione è fluida, viva, degna di Matheson e la trama fa forse un po’ acqua in alcuni punti, giustificata solo dall’anno in cui è stato scritto (1953) e dalla giovane età dell’autore ai tempi.
La cosa intrigante in praticamente tutti i romanzi di Matheson, compreso questo, è la capacità dell’autore di inserire elementi più o meno “innovativi” in trame altrimenti prevedibili: anche in questo avviene, forse in modo meno evidente per i motivi succitati, ma ciò che alla fine viene fuori dei personaggi coprotagonisti è sicuramente non del tutto scontato, soprattutto pensando all’età del romanzo; il finale, poi, fa scorrere ben più di una goccia fredda lungo la schiena.
Un romanzo ben gradevole, quindi, che fosse stato scritto un decennio dopo, con l’esperienza in più acquisita da Matheson, sarebbe stato forse un piccolo capolavoro del genere.

Articolo di Sergio "Aries1974" Ferragina

Dettagli del libro
  • Ricatto mortale
  • Richard Matheson
  • collana COLLEZIONE IMMAGINARIO DARK
  • genere THRILLER E NOIR
  • anno 2007
  • pagine 208
  • prezzo € 14,00
  • isbn 978-88-347-1209-2

2 commenti:

BodyCold ha detto...

è uno dei pochi che mi manca di Matheson e vi comunico che a breve uscirà, sempre per Fanucci, anche il nuovo romanzo :D
sluuuuuuuuuuuuurp

Stefania ha detto...

I romanzi di Matheson sono tutti nella mia wishlist (per ora ne ho solo 4 nei miei scaffali) . Ho letto per primo "Io sono Helen Driscoll" e me ne sono letteralmente innamorata, perché il paranormale da sempre mi affascina, inoltre lo stile dell'autore e a mio parere il non rendersi conto che è stato scritto circa cinquanta anni fa , lo rende un po' magico...lo scorso anno poi ho letto il suo romanzo più famoso "Io sono leggenda", che mi ha provocato una certa inquietudine, interrogativi, paure e sempre più "innamorata" dello stile dell'autore, che mi domando tutt'ora perché mai abbia atteso tanto a "conoscerlo" :)
Grande Matheson!
E grande Aries per la bella recensione :)