giovedì 11 novembre 2010

Una faccenda privata - Greg Iles (Piemme 2010)


Oggi 11 novembre ovvero 11 - 11, giorno dedicato ai cornuti direbbe qualcuno. Quale migliore occasione per pubblicare la recensione del nuovo libro di Greg Iles, "Una faccenda privata", dato che proprio di corna si parla!?
Greg Iles, ci ha abituati a sfornare best seller uno dietro l' altro (l' ultimo in ordine di apparizione fù "Il sorriso dei demoni" sempre per Piemme), e l' incipit di questo nuovo romanzo, inizia proprio da un tradimento. Un medico Warren Shields, in pieno scandalo in stile Mani Pulite, si ritrova a rovistare tra le sue scartoffie non tanto per cercare di nascondere le sue beghe fiscali, quanto per cercare le prove del tradimento di sua moglie che gli è stato segnalato tramite una lettera anonima. Risultato? Warren, viso pallido e sguardo freddo, occhi spenti e vacui, sprofondato su una poltrona e una pistola stretta in pugno in attesa del rientro in casa della famiglia (moglie e due figli).

Un romanzo che ti lascia col fiato sospeso e ti trascina fuori, nel giardino di Warren in mezzo alla polizia venuta per arrestarlo per lo scandalo legato alle mazzette, per poi prenderti di forza e trascinarti nel salotto dove il medico tiene in ostaggio la famiglia in preda alla pazzia in attesa di sapere dalla moglie il nome dell' amante.
Definito (erroneamente secondo me) dalla Piemme, thriller, questo romanzo di Iles è molto diverso dai suoi precedenti romanzi, molto più "thrillerificanti" in senso stretto.
"Una faccenda privata" invece sembra la cronaca di una famiglia sconvolta da problemi personali e giuridici già sentita al Telegiornale, una storia quotidiana, una storia fredda, una storia che comunque lascia col fiato sospeso e che vede, nel modo di narrare di Iles, l' ingrediente segreto perattirare le vendite.
Quello che posso dire è che sono rimasto piacevolmente sorpreso, ma di certo non è uno dei migliori romanzi di Iles, anche se resta sicuramente un buon romanzo.
A voler cercare davvero un difetto,io ve ne offro due... forse delle 500 pagine che il romanzo generosamente offre, un centinaio potevano tranquillamente mancare e per di più, l' happy end finale stona davvero un casino con la suspance con cui il lettore viene trascinato all' interno della storia.

Leggi un estratto in Anteprima

Articolo di Enzo "BodyCold" Carcello

Dettagli del libro
  • Formato: Brossura
  • Pagine: 500
  • Lingua: Italiano
  • Titolo originale: Third Degree
  • Lingua originale: Inglese
  • Editore: Piemme
  • Anno di pubblicazione 2010
  • Codice EAN: 9788856611496
  • Traduttore: M. Amato 

4 commenti:

Mari ha detto...

_"Oggi 11 novembre ovvero 11 - 11, giorno dedicato ai cornuti direbbe qualcuno. Quale migliore occasione per pubblicare la recensione del nuovo libro di Greg Iles..."
...per un attimo ho pensato ti riferissi a lui :D
Scherzi a parte Enzo, non ho ancora letto nulla di Iles. Con cosa mi consigli di iniziare?

Anonimo ha detto...

Caro Enzone
le cento pagine in più sono ormai l'eterno problema di tanti, troppi libri....)
Fabio

Cristing ha detto...

Mi incuriosisce tanto questo autore......

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Questo autore è per il sottoscritto una conferma di quanto probabilmente avrei bisogno, con urgenza, di uno psicologo: ho TUTTI i suoi romanzi ma non ho letto NULLA.
E si parla di almeno 7/8