sabato 6 novembre 2010

L’esecutore – Lars Kepler (Longanesi 2010)


In uscita l' 11-11-2010

« Ai pensieri succede qualcosa di strano quando si viene presi dal panico. Perchè il panico non è costante : ogni tanto si allenta e lascia spazio a ragionamenti del tutto razionali. E’ come chiudere fuori dalla porta il frastuono e trovarefinalmente il silenzio, accompagnato da un’improvvisa lucidità. Poi però la paura torna, i pensieri vanno in un’unica direzione, si rincorrono in un circolo vizioso, non rimane altro che la fuga. »

Una grossa imbarcazione da diporto viene trovata alla deriva nell’arcipelago meridionale di Stoccolma. Nella cabina c’è una donna, seduta sul letto, a gambe aperte e con gli occhi aperti. La donna è morta, apparentemente affogata.
Il corpo senza vita di Carl Palmcrona, direttore generale dell’Autorità per il controllo dei prodotti strategici, è sospeso al centro di una stanza del suo appartamento all’ultimo piano di Grevgatan 2. La malinconica musica di un violino echeggia nell’appartamento quando il sovrintendente di polizia John Bengtsson mandato ad ispezionare l’appartamento trova il cadavere. Palmcrona è vestito di tutto punto, indossa anche il soprabito e la sua ventiquattrore e il cellulare sono sul pavimento, poco distanti da lui, sembra più che fosse pronto ad uscire per andare al lavoro piuttosto che propenso a togliersi la vita. Qualcosa inquieta Bengtsson, che decide immediatamente di chiamare Joona Linna alla polizia criminale. Suicidio o omicidio? Questo dovrà stabilire Linna, perché a volte “la morte non sarà il peggiore dei tuoi incubi”.
Così inizia L’esecutore, l’attesissimo secondo romanzo di Lars Kepler (pseudonimo della coppia Alexander Ahndoril e Alexandra Coelho Ahndoril) edito da Longanesi che uscirà l’11 novembre in tutte le librerie.
Chi ha letto L’ipnotista (il primo libro di Lars Kepler) sa già chi è il sostituto commissario Joona Linna. Finlandese di origine ma trapiantato ormai a Stoccolma da parecchio tempo, Linna è un poliziotto a cui non sfugge mai niente, attento al minimo particolare, acuto ed ironico quanto basta.
C’è molta attesa intorno a questo libro. L’ipnotista ha avuto un successo impressionante. Appena uscito è entrato subito nella classifica dei libri più venduti, e in Svezia ha addirittura superato la trilogia di Larsson. Ad essere sinceri ho sentito molti pareri contrastanti in proposito e perciò appena mi è capitata tra le mani la copia de L’esecutore qualche timore che potesse essere una ciofeca ce l’ho avuto. Inoltre sono sempre un po’ scettica nel seguire le mode del momento e nell’ultimo anno sono stati un po’ troppi gli autori spacciati per eredi di Larsson.
Per fortuna i miei dubbi si sono rilevati infondati, perché L’esecutore è un buon romanzo. Le 573 pagine che lo compongono all’inizio potrebbero incutere un po’ di timore, ma non è così. Si legge tutto d’un fiato, è avvincente, con una buona trama e suspense fino alla fine. Ad un certo punto, dopo circa 360 pagine, il mistero sembra svelato e l’unica cosa rimasta in ballo riguardava la cattura “del cattivo”. Temevo che mi sarei dovuta sorbire duecento pagine di brodo allungato e invece i colpi di scena non sono mancati. Il ritmo è stato incalzante per tutta la storia. Tanti personaggi ma tutti ben caratterizzati. Non si corre il rischio di confonderli, oltre ad essere voci e pensiero hanno tutti più o meno una storia personale che prende forma pagina dopo pagina.
Insomma come ho già detto L’esecutore è un buon libro, non un capolavoro, non sarà il libro dell’anno ma per gli amanti del genere può risultare una piacevole lettura. Per me lo è stata!


Articolo di Marianna "Mari" De Rossi

Dettagli del libro
  • Titolo: L’esecutore
  • Titolo originale in svedese: Paganinikontraktet
  • Titolo in inglese: The Paganini Contract
  • Genere: Gialli, Horror, Thriller, Noir
  • Autore: Lars Kepler
  • Editore: Longanesi
  • Traduzione di A. Bassini, M. Corbetta e B. Fagnoni 
  • Anno di Pubblicazione: 2010
  • Collana: Nuova Gaja scienza
  • Informazioni: pg. 576
  • Codice EAN: 9788830428997
  • Prezzo di copertina: € 18,60

8 commenti:

carmen ha detto...

due autori, e tre traduttori: romanzo di gruppo!

BodyCold ha detto...

anch'io quando ne vedo + di due storco sempre il naso...
ognuno ha il suo stile e un romanzo tradotto a 6 mani non sarà mai omogeneo :(

cmq sia lo prenderò :P

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Certo che come sa promuovere la Longanesi i suoi prodotti non c'è nessuno. Solo dal booktrailer e dalla cover ti viene la voglia di correre in libreria.
Dovrebbero essere d'insegnamento per tante case editrici che buttano i prodotti nelle librerie senza un minimo di sforzo economico. Mi rendo conto che il gruppo Longanesi è una potenza ma ci sono anche realtà di medio livello (vedi Elliot) che si stanno muovendo decisamente bene in ottica di marketing.
E dato che io cedo molto facilmente alle lusinghe direi che è già nel carrello della spesa.

Anonimo ha detto...

per carità...non mi prende in giro...mi è bastato Linna ed il suo ipnotista, mago delle assurdità!
gracy

Stefania ha detto...

Uhm...l'ipnotista non mi attira, ma la trama di questo si...

ps. ottima recensione Mari :)

Mari ha detto...

Non ho letto L'ipnotista e neanche mi attirava a dire il vero però questo non è male. Larsson che è tanto osannato l'ho abbandonato al secondo libro perchè mi annoiava troppo, cosa che non è successa con L'esecutore. Leggerò a questo punto anche L'ipnotista e vi farò sapere ;-)

Martina_PL ha detto...

@Mari: nemmeno L'ipnotista annoiava, anzi, ma sono ancora ''sotto choc'' per certe soluzioni trovate, davvero assurde. Questo non so... x ora aspetto ;-)

Anonimo ha detto...

Io l'ho appena finito. Sembra scritto più sull'onda del successo dell'Ipnotista (bello ma nulla a che vedere con i thriller di Stieg Larsson), che per convinzione di avere in testa un'idea. Hanno scelto un'argomento delicato e diffile (quello del traffico d'armi), e ci hanno imbastito una storia con personaggi e vicende campati in aria. Personalmente mi aspettavo tanto di più.