venerdì 12 giugno 2009

L’Istinto del Lupo - Massimo Lugli - premio strega

Il lupo romano corre in finale conquista la cinquina ed entra trionfante a villa giulia.

“L’ISTINTO DEL LUPO” di MASSIMO LUGLI si classifica secondo con 45 voti conquistando il podio della cinquina al premio strega.

In attesa del 2 luglio, data che incoronerà il vincitore del premio più seguito daL MONDO LETTERARIO italiano, l’ autore si recherà a berlino il 18 giugno, con gli altri cinque finalisti, per presentare il libro al Liceo Einstein e alla Zentral und Landes Bibliothek.




L’ISTINTO DEL LUPO di MASSIMO LUGLI


L’Istinto del Lupo è un racconto crudele e pieno di fascino, ambientato tra case borghesi e accampamenti nomadi, tra baracche di periferia e licei dei quartieri bene, tra colorati personaggi circensi e scoloriti maggiordomi in uniforme, tra chi beve del buon vino e chi si uccide a bottigliate per un sorso di brandy. È in questo strano contesto che il signorino Lapo con un enorme empatia per gli animali diventa il feroce Lupo, che fin dall'inizio vive una sua unicità: asociale ma ironico, fantasioso ma concreto, timido ma sfacciato. Lapo è un alieno fin da bambino. Vive in un ambiente confortevole ma è come se fosse sempre in ombra. Sarà proprio nell’ombra degli ambienti sotterranei, nell’oscurità del mondo, negli inferi della città che Lapo scopre una sua identità e in cui prende vita l’odissea Lupo.

E mentre il rapporto tra Lapo e suo padre va spegnendosi, prende vita quello tra Lupo e Tamoa, che come un padre gli insegnerà a gestire la violenza e che diventerà il perno attorno a cui ruota l'intero sviluppo della narrazione. Il barbone dal passato indecifrabile diventa la zattera a cui il ragazzo si aggrappa con tutte le sue forze, abbandonando stremato il suo nido familiare. Assieme al clochard Tamoa compariranno nella nuova vita di Lapo/Lupo una galleria di personaggi indimenticabili, paradossali, surreali ma allo stesso tempo tristemente veritieri. Un grande romanzo di formazione.



Massimo Lugli (Roma, 1955), dopo aver lavorato per anni a «Paese Sera» è attualmente inviato speciale de «la Repubblica». Dal 1975 si occupa di cronaca nera e alterna la passione per il giornalismo e la scrittura con quella per le arti marziali, che pratica fin da bambino. Ha pubblicato Roma maledetta (1998) e, con la Newton Compton, La legge di Lupo solitario (2007).

Articolo di BodyCold

Dettagli del libro
  • Brossura
  • 240 pagine
  • € 9,90
  • ISBN 978-88-541-1215-5

1 commento:

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny