venerdì 24 maggio 2013

Uno splendido inganno - Andrea Fazioli (Guanda Ed. 2013)



Se in ogni caso la vita deve essere una sorpresa, tanto vale lasciarle libertà di campo.

Difficile etichettare questo romanzo, perché se di giallo si tratta è sicuramente un giallo atipico. Chiariamo subito che non ci sono morti ammazzati e quindi non ci sono indagini. E’ la storia di Guido Moretti, 59 anni che assiste impotente alla rapina nella stazione di servizio in cui è impiegato come contabile e che deluso dal comportamento del suo collega, decide di andarsene in pensione anticipatamente invece di accettare la proposta di riduzione dell’orario di lavoro a causa della crisi. Per Guido sarà l’inizio di una nuova vita, incontrerà Vanessa una bella truffatrice di 20 anni più giovane che gli farà battere di nuovo il cuore e si trasferirà in un'altra città.
Senza dubbio ben scritto e scorrevole, questo romanzo di Andrea Fazioli mi ha spiazzata e sorpresa perché dalla copertina e dal titolo mi aspettavo un altro tipo di storia (non leggo mai la seconda di copertina per la paura di incappare in qualche involontario spoiler)  ma alla fine è stata una lettura sicuramente piacevole. Interessante incursione nelle famiglie rispettabili in cui l’immagine è importantissima “Le famiglie hanno ingranaggi delicati. Quando un motore è solido, come quello di una grossa falciatrice, può tirare avanti per anni. Però basta un sassolino, basta che una scheggia di legno recida un cavetto e la macchina si impianta. Di solito il motore prima di morire manca uno o due colpi, e allora si da gas, in qualche modo si cerca di tenerlo su di giri, ma il suono diventa prima un rantolo e infine soltanto una scarica di scatti metallici. (…) Riparare uno di quei motori era un lavoro lungo: c’era sempre qualcosa che non andava, come se dopo il primo incidente cominciasse a guastarsi tutto il resto. Le famiglie funzionano nello stesso modo” e coinvolgente la scorribanda nel mondo delle truffe, vedere come si mette a punto una truffa perfetta, seguirne le dinamiche, sussultare per i colpi di scena ed esultare per la riuscita è stata una esperienza davvero divertente.

Anche la stranezza, se la consideri ovvia, diventa normale.

Andrea Fazioli, nato nel 1978, vive a Bellinzona, nella Svizzera italiana. È giornalista, attualmente lavora alla RSI (Radiotelevisione Svizzera). Guanda ha pubblicato L’uomo senza casa (2008, Premio Stresa di Narrativa), Come rapinare una banca svizzera (2009) e La sparizione (2010, Premio Fenice Europa)


Articolo di Cristina "cristing" Di Bonaventura

Dettagli del libro
  • Titolo del Libro: Uno splendido inganno
  • Autore :  Andrea Fazioli
  • Editore: Guanda
  • Collana: Narratori della Fenice
  • Data di Pubblicazione: 2013
  • Genere: LETTERATURA ITALIANA: TESTI
  • ISBN-10: 8860884462
  • ISBN-13: 9788860884466

Nessun commento: