mercoledì 9 maggio 2012

Giallo TV - dal 14 maggio un canale farà molte vittime


Ebbene si. Anche in chiaro, oltre che su piattaforme tipo Sky, arriva un canale di soli gialli nella Tv italiana.
Si chiamerà Giallo Tv e sarà visibile sul canale 38 del digitale terrestre. La scommessa viene lanciata da Switchover Media che comprando la frequenza del digitale, metterà in onda serie tv dedicate al poliziesco che passeranno dal classico al contemporaneo.
Francamente, vista la programmazione, non grido al miracolo televisivo, ma di certo farà piacere a molti rivedere serie tv, classici del noir, come Alfred Hitchcock Presenta o Ellery Queen oppure seguire i casi del Giudice Amy, appassionarsi agli avvocati di The Practice – Professione Avvocati passando da serie tv di nuova generazione come Squadra EmergenzaJustice – Nel nome della legge (gran bella serie questa), il medical thriller di 3 LibbreBlind Justice  (serie Usa del 2005 che non ho mai visto), gli agenti dell’unità speciale di Killer Instinct; il thriller catastrofista di Invasion che quando fu trasmesso da Mediaset ebbe risultati ottimi con circa 4milioni e mezzo di spettatori alla pilot, gli ufficiali del Pentagono di E-Ring (altra serie che non conosco) e una curiosissima serie poliziesco-comica Keen Eddie che di certo seguirò con piacere.
Adesso però vediamo di dare un senso a quest' articolo approfondendo (ma nemmeno troppo) ognuna di queste serie:
Alfred Hitchcock Presenta: classicone di genere trasmesso dal 55 al 62 dove il Maestro Hitchcock ogni sera intratteneva i telespettatori col suo pancione di profilo e presentando una serie tv senza personaggi fissi, ma ogni puntata era permeata di giallo (che oggi definiamo "classico"). Lui stesso disse di questa serie: "Essa riporta il crimine in casa, dove esso risiede"
Ellery Queen: per la prima volta trasmessa sulla Rai nell'anno 1979 e ad oggi riproposta da Fox Retrò, fù ideata dall'accoppiata Frederic Dannay e Manfred B. Lee (scrittori dietro cui si cela lo pseudonimo di Ellery Queen) che riportarono in video episodi stand-alone tratti proprio dall'omonima scrittrice.
Giudice Amy: adesso dirò qualcosa di poco simpatico, ma è tra le poche serie che odiavo da adolescente. Il viso buonista e il personaggio moooolto impiccione di questo giudice minorile non erano consoni ai miei gusti. Diciamo che anche in età avanzata non credo di vederla, ma quando serie venne trasmessa da Mediaset, ebbe un considerevole successo. Anche in America era molto apprezzata (patria del resto del buonismo e del moralismo a tutti i costi di cui la serie è permeata) tant'è che vennero prodotte e trasmesse 6 stagioni.
The Practice – Professione Avvocati: la serie riguarda la vita lavorativa e non di un gruppo di penalisti di Boston. Trasmessa dalla Rai dal 2001 è arrivata in Italia all'ottava stagione e stata anche la serie da cui è nato lo spin-off di Boston Legal (altra serie molto seguita). Sicuramente una di quelle serie da tenere d'occhio e che ha visto negli anni, il passaggio di molti attori famosi come Sharon Stone, James Spader, William Shatner, e molti altri.
Squadra Emergenza: devo ammettere che su questa ho qualche dubbio, visto che non specificano se sia la serie creata nel 72 o quella del 99. La prima era una sorta di docu-fiction su pompieri, poliziotti, ecc, mentre la seconda (trasmessa tra Mediaset con bassi ascolti e ritrasmessa poi su Sky) ha un taglio di pura fiction ad episodi e anche in questo caso i personaggi principali, sono proprio coloro che in America vengono definiti i nuovi eroi: poliziotti, pompieri, paramedici, ecc.
Justice – Nel nome della legge: serie che ho personalmente visto (anche se sporadicamente) su RaiDue nel 2009. La serie non riscosse successo ne in Italia ne tanto meno in America dove venne interrotta dopo la prima stazione. Gli episodi sono incentrati sui casi seguiti da 4 avvocati e che spesso si concludono facendo percepire se gli imputati stessi fossero colpevoli o innocenti.
3 Libbre: 3 libbre sarebbero il peso di un cervello umano medio. Da questo si può percepire che si tratta di un medical-fiction trasmesso originariamente dalla Rai alle 23.30 (non è che ci tenesse tanto in effetti, visto l'orario di trasmissione). Bho mai visto e in giro, le notizie non sono molto entusiasmanti.
Blind Justice: il personaggio principale si chiama Jim Dunbar ed è un detective della polizia di New York. Jim, durante un'imboscata, viene colpito da un proiettile togliendogli la vista. Dunbar riesce a mantenere il suo posto all'interno del dipartimento e viene assegnato a una nuova collega, Karen Bettancourt che però dubita delle sue abilità come detective. Personalmente mi incuriosisce parecchio.
Killer Instinct: serie trasmessa in 13 episodi ed unica stagione che parla della divisione DCU capitanata dal detective Jack Hale che andrà alla ricerca di criminali macchiatisi di efferati omicidi che abbiano risvolti... "cruenti". Anche questa, personalmente mi incuriosisce e spero che qualcuno di voi l'abbia seguita su Italia1 in modo da darmi del feedback.
Invasion: grande serie che ho amato alla follia, catastrofista al punto giusto a cui è stato dato l'enorme voto di 7.5 sul sito Imdb.com. Il tutto interessa una sconosciuta cittadina americana (Homestead) minacciata dall'imminente impatto di un violento uragano. Lo Sceriffo Varon è impegnato nel garantire la sicurezza della sua comunità e della sua famiglia, ma dopo che la tempesta è passata si accorge che qualcosa di strano è accaduto durante l'uragano, qualcosa che ha a che fare con le luci misteriose avvistate da sua figlia e con la sparizione di sua moglie. Di certo la rivedrò.
E-Ring: serie tv di genere military-fiction che vede i protagonisti attuare e pianificare missioni atte a fermare terroristi, ad aiutare paesi alleati o per attaccare un'altra nazione. È così possibile seguire la missione in tutte le sue parti, dalla pianificazione, all'approvazione e poi all'attuazione della missione e le sue conseguenze. Non rientra molto nei miei gusti, ma seguirò quanto meno la pilot.
Keen Eddie: serie che non mi lascerò di certo sfuggire. La serie narra con un’originale impronta umoristica le vicende di un poliziotto americano in trasferta a Londra. I momenti comici che si alternano a quelli d’azione. Tipico detective anti-droga newyorkese, Eddie si trasferisce a Londra con il suo indomabile bull terrier bianco e nero ereditato dalla sua ex e al quale Eddie fa le sue più intime confidenze. Viene arruolato in prova a Scotland Yard per lavorare in coppia con il detective Monty Pippin (Julian Rhind-Tutt), investigatore inglese facilmente impressionabile che in un primo momento rimane stupito dai modi e dal metodo di lavoro del suo nuovo collega d’oltreoceano. Ben presto però anche il rigido sovrintendente Nathaniel Johnson (Colin Salmon) viene conquistato dal coraggio di Eddie e gli propone di entrare a far parte della squadra a tempo pieno. Da seguire!

Per adesso è quanto e concludo ricordandovi che la programmazione inizierà il 14 maggio e avrà uno strano orario di trasmissione quotidiana, ovvero dalle 12 alle 2 di notte.
Buona visione!

2 commenti:

Mari ha detto...

Se non ricordo male 3 libbre era con Stanley Tucci e a me non dispiaceva...forse l'errore è stato nel voler scimmiottare troppo il dr House....

BodyCold ha detto...

si credo sia con lui :)