martedì 3 gennaio 2012

Time Crime - Intervista a Sergio Fanucci


Corpi Freddi: Soffermiamoci un momento sull’ avventura TimeCrime. Ci può parlare di questo nuovo marchio?

Sergio Fanucci: Con la nascita di TimeCrime ho voluto razionalizzare un progetto che ho in testa da tempo e che ho cominciato a realizzare con la creazione del marchio Leggereditore. Il gruppo editoriale Fanucci, oggi secondo a Roma e uno dei pochi gruppi indipendenti e in crescita, pubblica sostanzialmente romanzi di genere, come prima facevo con il solo marchio storico Fanucci, ossia il thriller, il noir, la fantascienza, il fantasy, l’horror, il gotico, il romance, il paranormal, l’urban fantasy e via dicendo. Per rendere più chiara e incisiva questa scelta editoriale strategica – solo generi letterari – ho pensato di realizzare contenitori specifici, dedicati ai generi appunto. Questo per semplificare il messaggio al lettore, al libraio, alla rete vendita: in una società dove siamo invasi da informazioni e stimoli, la semplicità e la semplificazione del messaggio diventa essenziale per qualsiasi iniziativa imprenditoriale. Su questa scelta sto costruendo un progetto.

CF: Come mai prendere la decisione di creare un nuovo marchio e scorporarlo dalla Fanucci (com’è successo peraltro col marchio Leggere Editore)?

SF: TimeCrime nasce dall’esigenza di dare maggiore risalto e una propria personalità a un genere, il noir e il thriller, che da anni pubblicavo come Fanucci. Scorporarlo da Fanucci vuol dire renderlo autonomo nella struttura e nelle scelte, nella politica commerciale e nella strategia per la sua crescita. Ha persone dedicate che lo seguono, è un marchio autonomo ma al tempo stesso partecipa alla costruzione di un gruppo editoriale che dialoga quotidianamente con il lettore, il libraio e i social network. Con Leggereditore questa scelta ha premiato, siamo al 210% di aumento delle vendite rispetto allo scorso anno, ora vedremo con TC su un terreno dove la concorrenza è molto valida e agguerrita.

CF: Un’autrice molto stimata da chi ama i thriller è la Slaughter. Come avete ottenuto i suoi diritti da Piemme? E quanti dei suoi romanzi inediti in Italia pubblicherete?

SF: Non ho ottenuto i diritti da Piemme ma dall’autrice che ha lasciato Piemme! La Slaughter si è lasciata conquistare dall’idea di far parte di un nuovo marchio e di essere lei a inaugurarlo. Ho acquistato i diritti di sei romanzi che vedono protagonista Will Trent. Lei è una numero uno, sa come tenere il lettore inchiodato al libro. Siamo entrambi soddisfatti e ora attendiamo il parere dei lettori.

CF: Tra le prime 3 uscite di Gennaio c’è un nome italiano, Giuliano Pasini. Cosa l’ha colpito di questo romanzo? E soprattutto, usciranno molti altri connazionali nel nuovo marchio?

SF: Il romanzo di Giuliano Pasini è il ritratto di un’Italia che ha sofferto e soffre per le nefandezze che a volte compie l’animo umano. Siamo sporchi dentro e dobbiamo farcene una ragione: per nostra fortuna abbiamo un lato della nostra anima che prevale quasi sempre sul lato oscuro e quindi ci indica cosa fare e cosa evitare. Il commissario Serra, il protagonista del libro di Giuliano, è un antieroe, un uomo che fugge dal suo passato, fatto di orrore e anche amore; è così semplicemente vivo che non puoi non immedesimarti. Alice, la sua ex fidanzata, è un personaggio femminile ben riuscito, imprevedibile come solo le donne sanno essere, dolce e caparbio, colei che ha paura delle sue scelte ma che accetta la sfida. Non posso scrivere altro, solo che è un ottimo esordio. A voi il giudizio finale.
Sulla scoperta di autori italiani, lavora con Giovanna De Angelis, editor di TimeCrime, come direttore editoriale Alfredo Lavarini che si occupa personalmente di scovare e seguire gli autori italiani. Lo fa per tutti i marchi, anche per TimeCrime. È una risorsa importante dedicata agli autori di casa nostra.

CF: Ultima domanda: perché dovremmo comprare i libri editi da TimeCrime?

SF: Per tre semplici ragioni:
perché sono ben scritti, hanno un’ottima trama e soddisfano il piacere di leggere un crime. Perché sono un bel prodotto, curato e ben fatto, da tenere in libreria a casa e da regalare (fai una gran figura!) e terza e ultima ragione… costano solo 7,70 euro e sono in edizione rilegata!

Sito web http://www.timecrime.it/

Facebook http://www.facebook.com/pages/TimeCRIME/174614952636641

Twitter https://twitter.com/#!/Time_Crime


Intervista di Enzo "BodyCold" Carcello

1 commento:

Anonimo ha detto...

è una idea splendida domani subito i primi 2,lei perchè è una delle mie scrittrici preferite ho tutti i suoi libri e l'altro perchè mi piace molto conoscere nuovi scrittori italiani