mercoledì 4 gennaio 2012

Buon compleanno Umberto Eco. 80 anni e non sentirli.


Nel 1932, il 5 gennaio per l' esattezza, ad Alessandria un bambino viene al mondo. Il suo nome? Umberto Eco.
Tra qualche giorno sarà il suo ottantesimo compleanno e la Bompiani (casa editrice storica di Eco), metterà in commercio una riedizione di uno dei romanzi più belli mai pubblicati al mondo, "Il nome della rosa".
Romanzo che dall'anno di pubblicazione, 1980, ha venduto una cosa come 30 milioni di copie e tradotto in 44 lingue.

La data d'uscita certa non è stata ancora pubblicizzata dall' Ufficio Stampa Bompiani, ma di certo sul blog ve ne daremo notizia appena sapremo qualcosa.
Sappiamo solo che in Francia è prevista per il 25 gennaio per la Grasset.
Per adesso possiamo solo unirci al coro mondiale di "Buon compleanno Mr. Eco" e in attesa di notizie certe sull' uscita italiana, stasera mi spupazzo l' edizione degli anni 80, mentre in America gli tributano uno spazio all' interno della collana The Library of Living Philosophers, che raccoglie le biografie di alcuni tra gli intellettuali più famosi al mondo, da Einstein a Popper, da Sartre a Russell.
Eco contribuirà all'opera scrivendo di proprio pugno una piccola autobiografia
Il libro sarà una raccolta di commenti ad opera di venticinque intellettuali che parlano del famoso romanzo e della carriera in generale del saggista e filosofo italiano.

2 commenti:

Federico ha detto...

Non capisco perché un romanzo come "Il nome della rosa" debba essere rieditato. Per renderlo più agibile a tutti? Io lo lessi a quattordici anni e lo amai da subito, pur non conoscendo il latino e sapendo poco del periodo storico in cui fu ambientato. Anzi, per me fu una spinta ad aumentare la mia cultura sulle vicende narrate.
In ogni caso, tanti auguri.

Anonimo ha detto...

esempio e guida per tante generazioni c
he lo stimano con profonda stima e affetto. Buon compleanno. Agostino