domenica 13 febbraio 2011

I custodi del Talismano – Valter Binaghi (Sottovoce ed. 2010)


“Questo, maestro? E' questo il Talismano? Questa strana coppa chiusa e sigillata come un vaso? Cosa contiene?”
“Questo è il sacro caldaro del Dagda. Contiene le ceneri mortali dell'eroe che ora è un dio. Sparse al vento, colmeranno il mondo di una grande luce. Ma solo una volta sarà dischiuso il sigillo e dovrà essere quella giusta, l'unica: il giorno in cui le forze del male saranno scatenate e il mondo correrà il suo più grave pericolo. Aprirlo prima per futile causa sarebbe la rovina del mondo, che rimarrebbe senza difesa nella Prova”.

Ho conosciuto Valter Binaghi leggendo il suo Ucciderò Mefisto, piccola perla perfetta di rara bellezza. Uno stile narrativo che è mi è piaciuto a tal punto di decidere di tenerlo d'occhio. Ed eccolo con I custodi del Talismano. La definizione di libro storico mi ha fatto un pò storcere il naso, non è nelle mie corde; storia è una di quelle materia per la quale, se fosse stato possibile avrei chiesto l’esonero perchè mi ha sempre annoiata, almeno quella “antica”. E invece è stato colpo di fulmine. Scritto magistralmente mi ha coinvolta sin dalle prime pagine sia per l'accurata ricostruzione storica (nei crediti, alla fine del libro, ci sono i titoli di tutti i testi consultati per l'ambientazione storicae sono tanti!) sia per le perle di saggezza disseminate durante il racconto, spunti di profonde riflessioni. La lettura per quanto scorrevole, non è molto facile, ha bisogno di concentrazione ma una volta preso il via è difficile smettere di leggere.
Il Talismano viene custodito nei secoli da uomini saggi che per vocazione o per caso se lo sono ritrovato tra le mani consci del fatto che potrà essere aperto solo una volta perchè “verranno tempi in cui questa terra sarà più desolata di una notte senza luna, perchè gli uomini avranno dimenticato ogni varco per l'Altro mondo e nel deserto della speranza la loro mente giacerà sfinita, incatenata come un ignobile trastullo ai giochi dei demoni. Allora, solo allora il Talismano dovrà agire, per liberare gli uomini dai loro fantasmi e restituirli alla libertà”

Il romanzo attraversa tre diversi periodi storici in cui conosciamo i custodi.
196 A.C. Il periodo storico è quello della conquista della Gallia da parte dei romani. Il custode del Talismano è un vecchio druido che giunto alla fine dei suoi giorni istruisce il giovane Herno affinchè possa seguire le sue orme e diventare a sua volta custode.
365 D.C. Il procuratore romano di Arelate, Valerio Quinto Rutilio, leggendo una lettera di Phanes, servitore di suo fratello Claudio, ripercorre la vita di quest'ultimo, riscoprendone il valore, e le gesta dell'imperatore Giuliano. Ed è Claudio che ha il Talismano
Io credo che il mondo sia come una storia, ma scritta da tutti noi, se un giorno gli uomini non avessero più nulla da scrivere, si, credo che il mondo potrebbe finire... Che ne dice il mio buon Phanes?”
“Dico che l'inizio e la fine del tutto sono fuori dalla nostra portata, perchè noi stiamo nel mondo come pulci addosso a un cane. Qualche volta il cane si fa un bagno, altre volte si azzuffa con un rivale di monta o si becca un calcio nel didietro. Allora un po' di pulci cascano, altre scampano e si stringono l'un l'altra dicendosi “ecco è la fine del mondo”, ma è la nostra fine, non la sua. Siamo troppo piccoli e duriamo troppo poco per sapere qualcosa oltre il ciuffo di peluria calda che ci ospita
826 D.C. E' la parte che mi ha coinvolta di più. La storia di un uomo che, morente a causa della peste, ripercorre tutta la sua vita. Orfano viene cresciuto ed istruito in un monatero . All'eta di vent'anni viene mandato a Roma per portare una reliquia sacra al papa. La sua vita prende una piega completamente diversa, per lui ormai il Talismano non ha più valore, si inventa curatore creando pozioni e lozioni, gira in lungo e largo fino a fermarsi da colui che lo inizierà al mondo della vera medicina.
E' un libro importante, profondo, un lavoro serio e coraggioso che merita la dovuta attenzione e che vi invito a leggere. Amanti del genere e non.

Articolo di Cristina "cristing" Di Bonaventura

Dettagli del libro
  • Titolo I custodi del talismano
  • Autore Binaghi Valter
  • Prezzo € 13,50
  • Brossura: 240 pagine
  • Editore: Sottovoce (2010)
  • ISBN-10: 8897112072
  • ISBN-13: 978-8897112075

4 commenti:

Martina_PL ha detto...

I romanzi storici sono i miei preferiti, dopo i gialli. E questo, se è davvero così bello, finisce subito in wish list.
Grazie, Cri.

Cristing ha detto...

Infatti Martina, pensavo a te mentre lo leggevo! Considera che ha appassionato me che non sono un'amante del genere. e' davvero bello, fidati di me ;)

Deoris (Sākti) ha detto...

Sarà sicuramente tra le mie prossime letture. è decisamente interessante!

Martina_PL ha detto...

Ah, Cristina, ormai mi conosci ;-)))