lunedì 20 settembre 2010

Anche i poeti uccidono - Victor Gischler


Uno dei migliori libri letti quest' anno senza ombra di dubbio e a tal proposito ringrazio Matteo Strukul per avermi quasi "costretto" a leggerlo. Adrenalina sotto forma di parole sin dalle prime righe che generalmente gli scrittori adoperano per descrivere luoghi e personaggi, mentre Victor inizia a manipolare umorismo nero e violenza, senza mai perdere suspense e tensione.
Eastern Oklahoma University, il professore "precario" di poesia Jay Morgan, si sveglia con accanto a se una studentessa rimorchiata la sera prima, Annie Walsh, dormiente così profondamente che sembra quasi morta, ma bastano pochi secondi perché Morgan capisca che da quel sonno non tornerà mai più. Inizia così "Anche i poeti uccidono", un incipit che regala al lettore il primo cadavere sin dalle prime pagine.
Le cose si complicano nel momento in cui, ritornando dall' università, una ragazzina impicciona e un vecchietto arzillo amante della poesia si introducono nella vita di Morgan come un caterpillar in un deposito di uova.
La potenza narrativa di questo libro sta nella capacità di Gischler di riuscire a raccontare storie parallele legate tra esse inizialmente da un filo sottilissimo tanto che, quasi senza rendersene conto, il lettore viene trascinato in un magistrale intreccio di vite e malaffare che gli farà conoscere personaggi tanto assurdi quanto veri e per "veri" si intende quelli dell' America dei sobborghi e dei ghetti, l' America bianca, ricca e snob, l' America dei pimp negri.

I personaggi del romanzo:

Il professor Jay Morgan: un "precario" del circuito accademico che insegna in un campus diverso di anno in anno. Dopo aver trovato una ragazza morta nel suo letto le cose vanno di male in peggio.
Harold Jenks: un piccolo pusher di St. Louis che vuole una nuova vita fuori dal ghetto e dopo aver rubato una identità ad un ragazzo morto si ritrova a scrivere poesie in stile gangsta rap.
Timothy Lancaster e Wayne DelPrego: Due studenti di poesia che si fanno trascinare da Harold in un grosso affare di droga.
Ginny Conrad: Una studente che collabora col giornale universitario e che si attacherà al professor Morgan più di quanto lei desiderasse!
Fred Jones: benefattore misterioso dell' università che vuole diventare un poeta e che viene affidato a Jay Morgan.
Dele Stubbs: Il più folle detective privato che io abbia mai letto.

Il primo romanzo di Victor Gischler "La gabbia delle scimmie" (edito anch'esso dalla Meridiano Zero in Italia e che in questa settimana recensiremo sul nostro sito) è stato designato della nomina come miglior romanzo all' Edgar Allan Poe. Se fosse stato pubblicato da un editore importante piuttosto che una piccola casa editrice americana (la Uglytown Press), probabilmente avrebbe vinto (come per dire che il gioco/forza qualità/grandezzacasaeditrice vince anche in America e non solo in Italia)
Per chiudere non posso far altro che consigliare questo meraviglioso esempio di umorismo nero che miscela un mix improbabile di poesia e violenza malavitosa, riuniti in una storia estremamente divertente. Grandissimo Victor e grandissima Meridiano Zero per avercelo portato in Italia!
A voler trovare veramente una pecca a questo romanzo l' attribuirei di sicuro alla copertina che sarebbe stata bellissima per un romanzo di Stefano Di Marino ma che secondo me poco c'entra con il romanzo in questione.
Per spronarvi all' acquisto chiudo la recensione con una frase di Joe R. Lansdale che dice di Victor Gischler: «I suoi libri e le sue storie sono devastanti: fredde come il ghiaccio secco, piene di intrighi e di divertimento allo stato puro. Ragazzi, questo scrittore continua a stupire!»
Da Avere!
A breve troverete sul nostro sito un' intervista bellissima fatta all' autore!!

Articolo di Enzo "BodyCold" Carcello

Dettagli del libro
  • Formato: Brossura
  • Pagine: 286
  • Lingua: Italiano
  • Titolo originale: Pistol Poets
  • Lingua originale: Inglese
  • Editore: Meridianozero
  • Anno di pubblicazione 2010
  • Codice EAN: 9788882371845
  • Traduttore: Luca Conti
da sinistra verso destra: VIctor Gischler Junior Matteo Strukul (GRAZIE!) e Victor Gischler Senior al Festival Noir di COURMAYEUR

    9 commenti:

    Mari ha detto...

    Ho scoperto Gischler da poco e me ne sono innamorata subito!!!!
    A quanto pare è una sua costante iniziare i libri con un bel cadavere!!!!!

    Cristing ha detto...

    Non conosco Gischler e mi sembra di capire che è il caso che lo inizi a leggere! Bella rece Enzo!

    Anonimo ha detto...

    Bravo Enzo. Gischler è un ottimo scrittore. Su "La gabbia delle scimmie" vedi http://www.thrillermagazine.it/libri/6320/ per chi vuole conoscere anche questo libro.
    Fabio Lotti

    Pegasus Descending ha detto...

    Ma chi è, nella foto, quello brutto in mezzo? :)

    Luca Conti ha detto...

    La traduzione del libro è tutta opera mia. Forse "M. Rotondo" sta per "molto rotondo," ma sono appena andato a guardarmi allo specchio e proprio non mi pare (specialmente da quando ho ripreso a girare in bici).

    ciao, luca

    BodyCold ha detto...

    @pegasus: è davvero brutto brutto :D

    @luca: è bol.it che ne segnala due di traduttori :) grazie per la precisazione e come sempre ripariamo il post ^_^

    Luca Conti ha detto...

    Enzo: a parte gli scherzi, Marina Rotondo ha tradotto La gabbia delle scimmie assieme a Carlo Prosperi.

    Altra piccola precisazione: é stato proprio "la gabbia delle scimmie a venire pubblicato in origine da un editore indipendente (la Uglytown, nel 2001).

    "Pistol Poets" è uscito per la Delacorte, che non è affatto una piccola casa editrice ma una divisione della Random House, ovvero il più grande editore in lingua inglese del mondo:-)

    BodyCold ha detto...

    è chiaro che mi riferivo alla Uglytown, anxzi non è chiaro per nulla tranne che nella mia testa, errore di copia incolla fu :P

    ti posso assumere come editor dei nostri articoli? :D

    Luca Conti ha detto...

    Sai, Enzo, dopo aver fatto per anni il redattore in un mensile ho sviluppato, come dire, un certo occhio clinico per il controllo delle informazioni:-)