giovedì 15 ottobre 2009

Sweeney Todd - Anonimo



Comprato sulla scia dell'entusiasmo per l’ uscita nelle sale del film di Tim Burton con Johnny Depp tra le sue fila, e anche desideroso di leggerlo perchè son sempre rimasto molto "affascinato" dalle storie di psicopatici serial killer (e in questo caso il serial killer è di quelli efferatissimi e implacabili, Sweeney Todd, barbiere di Flat Street), per 5 euro non credevo davvero ai miei occhi potesse capitarmi in mano un libro nel quale riponevo grandi aspettative.
Ebbene, sono rimasto deluso, almeno parzialmente. L'impianto della storia è buono, intrigante, affascinante, soprattutto se ci si ferma alla trama (che notoriamente non basta per premiare un libro con voti ottimi). Inoltrandosi nei meandri dell’opera, si capisce che in realtà la storia non è congeniata proprio nel migliore dei modi in quanto ho trovato davvero superficiale la caratterizzazione e la colorazione dei personaggi. Inoltre, mi sarei aspettato anche una descrizione piu' evocativa, poetica, profonda di Londra settecentesca, cosa che non si è mai praticamente ravvisato.


 Ho avvertito una certa frammentarietà nel racconto, come se fossero state piu’ mani, e in periodi storici diversi, ad aver lavorato al libro.
• Le premesse erano sicuramente ottime, le tracce iniziali dei personaggi presenti promettevano grandi cose, peccato che tutto sia rimasto solo una semplice bozza, incompiuta, mai veramente sviluppata seriamente, non si è mai entrati veramente nel vivo e nel cuore di tutto quanto era nelle mie aspettative. Fugaci passaggi da un binario all'altro della storia, ha fatto si che mi ponessi molte domande e quando un lettore si ferma e si pone cosi’ spesso delle domande, non è un segnale positivo per le ambizioni dell'opera. Tutt’altro.
• Il film, poi si è rivelato ben altra cosa, grazie alla resa formidabile di Tim Burton, che col gotico si sposa a meraviglia. Senza dimenticarsi le straordinarie interpretazioni di Johnny Depp e Helena Bonham Charter, moglie del regista, che hanno sfornato non solo cadaveri ma un vissuto della vicenda a mio avviso da oscar, in una Londra vittoriana ricostruita decisamente meglio rispetto al libro.

Articolo di Andryi

Dettagli del libro
  • Autore: Anonimo
  • Editore: Newton Compton
  • Genere: letterature straniere: testi
  • Collana: Biblioteca economica Newton
  • Curatore: Armati C.
  • Traduttore: Lamberti Bocconi A. - Sansoni F.
  • Pagine: 330
  • ISBN: 8854109894
  • ISBN-13: 9788854109896
  • Data pubblicazione: 2008

6 commenti:

Jimbose ha detto...

Insomma, uno dei rari, rarissimi casi, in cui il film è migliore del libro da cui è stato ispirato.

Blueberry ha detto...

Ho visto solo il film, che mi è piaciuto, anche se ho trovato il finale un po troppo "troncato". Visto il tuo commento, non credo mi verrà voglia di leggere il libro. Mi piace l'ambientazione, la Londra di quell'epoca.... ma se non è così ben caratterizzata già mi delude.

Palazzo Lavarda ha detto...

Adoro Johnny Depp e il film mi era piaciuto moltissimo, proprio per le atmosfere e l'ambientazione. Penso che mi fermerò al film, allora...

Matteo ha detto...

Si, il film è decisamente superiore. A parte che il film è in realtà tratto dalla rappresentazione teatrale, che dicono sia meravigliosa. Il libro, francamente, lascia un bel po' a desiderare. Resto dell'idea che il tempo a disposizione è già poco per tutti ed è bene sfruttarlo meglio leggendo altri. In poche parole, Corpi Freddi, questo libro NON VI MERITA.

Palazzo Lavarda ha detto...

Sul tempo a disposizione per la lettura, hai ragione, Matteo: meglio dedicarlo a libri che meritino davvero o che comunque abbiano significato x noi, di qualunque genere siano.

Stefania ha detto...

Ho il libro che giace in libreria da un paio d'anni. E purtroppo mi sono persa il film.
Avete ragione il tempo libero è sempre troppo poco e in quel poco meglio dedicarci a qualcosa che ci piace e rilassa e anche se la lettura è la nostra passione sicuramente meglio un libro che bramiamo da tempo leggere piuttosto quello che abbiamo preso sull'onda dell'entusiasmo o per il prezzo basso (come in questo caso) ma poi ci sorgono mille dubbi...e a proposito...che faccio? Ormai ce l'ho :P Prima o poi lo leggo dai...da quello che ho compreso un 6 stiracchiato se lo prende...quindi quando sarò in pensione :P e avrò tanto tempo libero... :))))