venerdì 29 maggio 2009

Speciale su: Brian Freeman - pt. 1




Brian Freeman nasce a Chicago ma attualmente vive in Minnesota con la simpatica moglie Marcia. E’ esperto di marketing presso un importante azienda internazionale con sedi nelle principali capitali Europee.
Arriva relativamente tardi anagraficamente parlando a scrivere romanzi; sembra che la molla che l’ha spinto alla lettura e poi alla scrittura sia la nonna a cui Brian era particolarmente legato.
A tutt’oggi Brian Freeman ha pubblicato 4 romanzi (di cui tre già usciti in Italia e uno di prossima uscita sempre per Piemme) aventi protagonista il tenente Jonathan Stride. Quest’anno uscirà in America il suo nuovo romanzo dal titolo “The burying place”.
Ecco nel dettaglio i titoli:
  1. Immoral (Immoral)
  2. Las vegas Baby (Stripped)
  3. La danza delle falene (Stalked)
  4. Polvere e sangue (The watcher)
In questa prima parte dello speciale (alla quale seguirà l’attesa intervista con lo scrittore), ripercorriamo la carriera di Brian con le tre recensioni dei suoi romanzi più una breve anteprima dell’atteso nuovo romanzo.

IMMORAL (recensione del "Killer Mantovano")

Duluth, piccola città nello Stato del Minnesota. Rachel, conturbante adolescente, scompare improvvisamente senza lasciare tracce; l'episodio getta la comunità nel panico perchè la vicenda sembra avere inquietanti collegamenti con la sparizione di un'altra ragazza avvenuta l'anno precedente; al tenente Jonathan Stride il compito di dipanare la matassa.
Prende il via da questa affascinante premessa l'esordio letterario dello scrittore Americano Brian Freeman, autore che sta già facendo davvero ben parlare di se, addirittura scomodando nomi illustri del calibro di Michael Connelly e Jeffery Deaver.
E "Immoral" si conferma un ottimo thriller contemporaneo dotato di tutte le caratteristiche vincenti per far presa sul lettore; trama ben congegnata, meccaniche ben oliate con zero tempi morti, viziosa spruzzata di sesso che getta ulteriore pepe alla vicenda e una deliziosa bastardizzazione con il legal thriller che per il sottoscritto è come cacio sui maccheroni.
Il talentuoso Freeman pesca a piene mani dai maestri di genere (Connelly su tutti) ma ne miscela la materia con abilità e con carismatica impronta personale; davvero facile prevedere una saga di sicuro successo per il tenente Jonathan Stride, problematico e tormentato sciupafemmine, contorniato da un cast di personaggi (Maggie, Serena) interessanti e davvero curiosi.
Rimane qualche ingenuità a livello narrativo e un po' di debolezza relativamente alla caratterizzazione di qualche personaggio ma tenuto conto che stiamo parlando di un'opera prima ci può sicuramente stare.
Particolare plauso alla Piemme che negli ultimi anni sta facendo un'ottimo lavoro da talent-scout portando nel nostro territorio autori validi che sanno donare nuova linfa al nostro amato genere.

Las Vegas Baby (recensione di Mottino)

Las Vegas città del peccato, a detta di molti, affonda le sue radici su sesso, droga ed alcool.
Assistiamo subito "all'esecuzione" di un figlio di papà il cui unico scopo nella vita è di spendere i soldi accumulati dal genitore; a molte miglia di distanza un bambino che gioca nei pressi di casa è investito da un'auto pirata e muore.
Niente sembra accomunare questi due fatti se non la presenza di un piccolissimo dettaglio, una impronta digitale lasciata in bella evidenza su ogni luogo del delitto come per sfidare la polizia.
Una coppia di detective si mettono sulle tracce dell'assassino.
Qui prende il via la storia in un crescendo di sorprese che rendono piacevolissima la lettura di questo thriller.
I personaggi sono molto interessanti anche se un poco "strani", l'improbabile coppia di detective che segue il caso ha degli spunti di comicità non disprezzabili, certo in alcuni punti l'autore esagera un poco con azioni poco credibili da supereroe ma nel complesso la storia regge; alcuni punti sono come dire "un po' hard" ma sono così ben incastrati nella trama del racconto che non disturbano più di tanto.
I continui cambi di prospettiva con cui l'autore ci mostra il suo "colpevole" sono per me la cosa più azzeccata del libro

La danza delle falene (recensione di "Linda80")

Terza indagine per il Tenente Jonathan Stride che, abbandonato la calda e arida Las Vegas, ha fatto ritorno a Duluth, in Minnesota. E' il mese di gennaio, fa molto freddo, nevica e il paesaggio sembra una fotografia in bianco e nero. Ma dietro l'apparente tranquillità, si nasconde una scia di violenza, perversione, ricatti e omicidi che nulla ha da invidiare alla città del peccato.
Non voglio svelare troppo della trama per non cadere in spoiler che possano rovinare la lettura a coloro che ancora non sono arrivati a questo punto della storia. Posso dire però che anche questa volta Freeman non delude, e ci regala una storia ad alta tensione (e ad alto tasso erotico) molto coinvolgente. I personaggi sono descritti in modo accurato, con i loro caratteri, pensieri, emozioni, paure e storie passate. I paesaggi e le atmosfere appaiono nitidi nella mente, tanto che sembra quasi di viverci.
Attendo con impazienza il prossimo capitolo della saga già uscito oltre oceano e che abbiamo la fortuna di recensire in anteprima!

Polvere e sangue (in uscita il 14 luglio per Piemme – Anteprima)

Quella notte d'estate, l'aria sembrava trattenere il respiro. Tutto era immobile, come in attesa del temporale che di lì a poco si sarebbe abbattuto sui boschi e sul lago. Come se anche il mondo circostante si preparasse all'inevitabile, alla tragedia che avrebbe cancellato un'esistenza e, con lei, la spensieratezza dell'adolescenza. Una notte in cui nel fango si sarebbero mescolati dolore e desiderio, sangue e sudore. Quel 4 luglio del 1977, Laura Starr fu picchiata a morte con una mazza da baseball. Forse non sarebbe successo se Laura avesse dato più peso alle lettere anonime, piene di minacce oscene, che riceveva da più di due mesi. Forse sua sorella Cindy avrebbe potuto proteggerla, se non l'avesse lasciata sola per appartarsi con il fidanzato, Jonathan Stride. E forse il caso sarebbe stato risolto se quest'ultimo, all'epoca diciassettenne, non si fosse lasciato sfuggire il principale indiziato, con il quale si era ritrovato faccia a faccia. Invece la morte di Laura è rimasta un mistero. E a distanza di trent'anni Stride, ormai affermato detective, se la porta ancora dentro come un peso sulla coscienza. Una ferita che si riapre quando in città compare una giornalista che sostiene di essere stata la migliore amica di Laura ai tempi del liceo e di voler scrivere un libro sulla vicenda. Perché è entrata in possesso di una nuova prova. La riapertura del caso spaventerà qualcuno che farà di tutto pur di tenere sepolti i propri segreti.

Articolo di Mottino, Killer Mantovano, Linda80

Questa è solo la prima parte dello speciale dedicato a BRIAN FREEMAN!!!
Domani IN ESCLUSIVA PER CORPI FREDDI L’INTERVISTA CON L’AUTORE!!!!
Restate sintonizzati.

32 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

HABEMUS FREEMAN!!!!

Principessa ha detto...

Bravissimi tutti per l'impegno, l'amore che mettete in tutto quello che fate.... SIETE FANTASTICI....

skunkie ha detto...

bravissimi!!!! chissa' quanto ha rotto il Killer al povero Freeman ^__^
a giorni mi arriva Immoral e poi faro' seguire gli altri.....tutti.......

Anonimo ha detto...

Bellissima la prima parte, peccato per la mia rece che è la più brutta...
Attendo con impazienza l'intervista al nostro mitico Freeman, che poverino ne avrà già piene le scatole di noi ahahaha!!! :-P

Linda80 ha detto...

Ehm... ero io l'anonimo di prima!!!

Linda80 ha detto...

Non per fare la rompina, ma il titolo originale di "Polvere e sangue" è "In the dark"! "The watcher" è il titolo che gli hanno affibbiato in Inghilterra...

AnnaMi ha detto...

Ottime recensioni,siete in gamba ragazzi!Resto in attesa dell'intervistona.

Anonimo ha detto...

Bravissimi tutti ragazzi!!!
Blueberry

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Linda non dirlo neanche per scherzo. Tra l'altro hai dovuto leggere il libro in tempo di record...quindi tanto di cappello.
Comunque ragazzi con l'intervista ne leggerete davvero delle belle...ci sono anticipazioni davvero esclusive!!!
Occhio che Brian ci legge :-)...chissà se magari interverrà pure lui su questa discussione....

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Probabilmente il nostro Admin ieri ha fatto indigestione di lasagne dato che ha tagliato la parte finale della mia recensione :-)
Comunque sia....l'importante è portare all'attenzione dei lettori questo scrittore che merita davvero :-)
Leggete Freeman, ne sentiremo parlare a lungo.

skunkie ha detto...

alinda , la tua recensione e' ok!!!! a perte polvere e sangue, ora sono tutti in viaggio per casetta mian (yeeeesssss ho trovato libreria che mi porta libri dall' Italia, spero non a costi esorbitanti *__* )


Blue: REGISTRATI!!!!!!!!!!!!!! che anonima non ci piaci ♥

Mari ha detto...

Bravissimi, ottimo lavoro!!!!
@Linda: la tua recensione non è brutta....
SIETE FANTASTICI

Palazzo Lavarda ha detto...

Ottimo lavoro davvero, ragazzi, tutti quanti nessuno escluso. Attendo con interesse anche l'intervista. E poi mi sa che dovrò iniziare a darmi da fare per cercare questi libri.

Anonimo ha detto...

ciao!!! finalmente le recensioni!!
io l'ho letto in ebook. questo scrittore è favoloso...
adesso me li cerco in versione cartacea...
complimenti a tutti!
giulia (cerussite)

Marta ha detto...

Per prima cosa, complimenti a tutti voi che avete collaborato: per le recensioni, l'intervista, la pubblicazione e non ultima la traduzione. Questo dimostra come una comune passione, e tante capacità messe assieme fanno un ottimo lavoro, anche stando 'chilometricamente' lontano. Non importa se Svizzera, Mantova, Roma, Milano. Potenza del web usato bene :)

Inutile dire che dopo l'ordine de 'la danza delle falene' mi 'toccherà' prender gli altri!

Brian Freeman ha detto...

Hey, great to see everyone here. I'm honored by the wonderful support I've received from my Italian readers. I really think you'll enjoy POLVERE E SANGUE when it's released in Italy on July 14.

Now here's a question for all of you: Which photo do you prefer, my web site photo (see above) or my Facebook photo? (You can link to my Facebook page from my web site at www.bfreemanbooks.com.) I've had readers tell me I look "too scary" on my web site (really!). So I'm re-doing my site this summer to use my Facebook photo as the primary image.

Of course, that means showing all that damn gray hair.... :-)))

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Wow, Brian Freeman write in our site!!!! That's an honour!!!!
Dear Brian, the better photo for me is on Facebook, you seem like a playboy (like Jonathan Stride :-)
But is better to feel the women.....
Women?????

giulia (cerussite) ha detto...

decisamente facebook!!

Brian Freeman ha detto...

You want the funny story about my web site photo? I met a photographer in London for the photo shoot (he was from Rome, actually). Practically the first words out of his mouth were, "Don't worry about the double chin, we can airbrush that right out." Aaaagggghhh!

Palazzo Lavarda ha detto...

Hi, Mr Freeman! We are lucky to have you here in ppur blog!!!
For me, your Facebook photo is better: you look younger than in the other one. That photographer in London wasn't so good with that picture...
Martina

Principessa ha detto...

Linda non azzardarti a dire che la tua rece non è bella.... chiaro?
Per quanto riguarda la foto che mi piace di più è quella di facebook, capito Brian? Te lo dice una Principessa ahahahhah *__^

Carrfinder ha detto...

Fantastica la prima parte dello speciale: complimenti a tutti!!
Devo comprare "Immoral"...

Carrfinder ha detto...

Mr. Freeman: welcome to Corpi Freddi, the house of thriller (but not only thriller...)!
Facebook photo is better for women, but your web site photo is more fit for suspence novels...
So Facebook is for new friends and your site is for new readers!

skunkie ha detto...

I'm the only one who voted for the black and whit pic holding books in hand........think you look great there ;)

Marta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marta ha detto...

Hello Mr. Freeman , welcome to Corpi Freddi's blog.
I'm a woman and I prefer the black and white picture ;)
I just bought 'La danza delle falene'. Will read it soon!!!

DAscanifederica ha detto...

Hi Mr Freeman (ragazzi complimentoni per l'articolo: fantastico!) So, are you questioning to us the better photo of you? The black n white, sure!!! But a thing: Gray hair are good!
I think that i have to read your books... i think yes!

Brian Freeman ha detto...

Well, if the Facebook photo is better for women, then obviously I should be using that photo! Ha, ha....Marco, don't tell Marcia... :-)

Hope you enjoy LA DANZA DELLE FALENE, Marta!

Stefania ha detto...

fantastico reportage ragazzi, veramente splendido!!! E che meraviglia Mr Freeman in persona :))) Immensa fatica tradurre , fortunatamente Massimo è un po' più pratico della sottoscritta nella traduzione!!!
Devo proprio iniziare a leggere "Las vegas baby" , anche se spero di trovare prima "Immoral".

Un applauso a Linda, Massimo e Marco! Grandi :)))))

Mottino **Massimo** ha detto...

Ragazzi fortuna esistono i traduttori on line altrimenti mi sarei perso questo bellissimo scambio di battute con Mr Freeman

Fortunately there are translators online otherwise I would have lost this wonderful exchange of jokes with Mr Freeman.

Linda80 ha detto...

Wow!!! Mr. Freeman in Corpi Freddi Blog!!! I'm happy :-)
I prefer the facebook photo, you look more "real" there... and don't worry about grey hair, it is soo sexy ahahahah... ;-)

AnnaMi ha detto...

I agree with Linda,facebook photo is better and "salt and pepper" hair is really SEXY,Brian.:-))))