mercoledì 25 maggio 2011

Missione in Alaska - Mykle Hansen (Meridiano Zero 2011)


Devo ammetterlo, quando mi contattò il buon Matteo Strukull proponendomi questo libro, pensai subito che a sto giro sarebbe venuta fuori la prima recensione negativa per Meridiano Zero sul blog dei corpi freddi. La mail parlava di un libro delirante, carico di humor, con un personaggio cinico ai massimi livelli, blasfemia da far arrossire Lucifero in persona, ecc.
Inizio la lettura di queste 160 pagine pensando a che tipo di abbaglio avesse preso Marco Vicentin per pubblicare "Missione in Alaska" e la cosa si faceva funesta già dalla copertina, davvero bruttina.
Prime 20 pagine divorate in ufficio: più leggo più mi convinco di avere di fronte un libro scritto da un autore sotto peyote spinto. La frase iniziale recita: "Voi pensate di avere problemi? Be', qui c' è un orso che mi sta mangiando! Oooh, mi dispiace, scusatemi tanto, no, no, avete ragione, parliamo dei vostri, di problemi. Mmmhmm, ma non mi dite! Il capo vi tratta male? L' auto è da cambiare? E siete anche preoccupati per l' ambiente? Be', sapete che c'è? A me, il vostro ambiente ha appena mangiato un piede! Ci sto sanguinando, sul vostro ambiente!"
E' stato un incipit folgorante, potrei riportarvi pezzi di questo romanzo all' infinito, perché infiniti sono i punti di riflessione, di amaro cinismo, di deliranti finti colloqui che il protagonista, Marv Pushkin, intrattiene direttamente con il lettore.
Prima di andare avanti con la lettura, passo un po' di tempo sul web a cercare informazioni sullo scrittore, Mykle Hansen, anche perché continuo a pensare che sia un tossico armato di penna e blocknotes e che non sia bello dare del tossico a uno scrittore. Spulciando il suo sito, lo spessore malato non si abbassa. Dice di vivere in un castello rosa con un fossato pieno di galline mangia uomini e, tra i vari link, ha una pagina dedicata ai pornografi felini, ovvero una pagina intitolata foto di nudi del suo gatto. Geniale!
Tornando al libro, lo strillo dietro la copertina ci anticipa ciò che andremo a leggere dicendoci che si tratta de "Il romanzo più folle e scorretto di uno dei maestri della 'Bizzarro fiction'" e con questo epitaffio arriviamo alla trama. Marv Pushkin è il personaggio chiave. Un lurido pezzo di merda, sfondato di soldi, arrivista, egocentrico, che, per far colpo sui boss della sua azienda, propone all'equipe intera un fine settimana immersi nella natura, in modo da rafforzare lo spirito di gruppo. Ma non tutto va bene in questa gitarella: cambiando una ruota al suo adorato SUV, il crick molla la presa e il protagonista rimane con piedi intrappolati sotto il cerchione possente del suo bolide (che tratta meglio della sua ragazza). E qui comincia il delirio. Entra in scena un orso che, senza chiedergli il permesso, inizia a nutrirsi per giorni delle sue gambe tanto che, grazie a questo legame "sanguigno", Marv lo promuove da orso a Compare Orso. Incastrato, il nostro "amico" dà vita a dei monologhi folli che, se letti con attenzione, esprimono una critica alla cultura americana dell' arrivismo e di tutto ciò che fa sentire l' americano "padrone del mondo".
Un libro fantastico, forse ai margini del target Corpi Freddi, che, vi assicuro, vi farà divertire, riflettere e indignare allo stesso tempo. Durante l' anno, sono pochissimi i libri che invito FORTEMENTE a mettere in libreria e queste 160 pagine faranno parte del mio tormentone del 2011.
Complimenti quindi ad Hansen (di cui spero di riuscire a leggere altri romanzi) e alle intuizioni di Meridiano, che spesso ci delizia con perle di questo tipo.
Libro STRACONSIGLIATO.

Articolo di Enzo "BodyCold" Carcello

Dettagli del libro
  • Formato: Brossura
  • Editore: Meridianozero
  • Anno di pubblicazione: 2011
  • Collana: Primo parallelo
  • Lingua: Italiano
  • Titolo originale: Help! A Bear Is Eating Me!
  • Lingua originale: Inglese
  • Pagine: 156
  • Traduttore: F. Francis
  • Codice EAN: 9788882372316
  • Prezzo: 13,00€

    5 commenti:

    Mari ha detto...

    ....ehm...io sono andata subito a vedere le foto del gatto :D Meridiano Zero riesce sempre a stupire, onestamente ero poco attratta dalla copertina ma fortunatamente dovrò ricredermi!!!!

    BodyCold ha detto...

    mari a te piacerebbe di sicuro :D... venerdì te lo porto :D

    Mari ha detto...

    :-****

    Cristing ha detto...

    in effetti la copertina ispira poco anche a me.... interessante proposta e bell'articolo....

    Anonimo ha detto...

    Dovrebbe rientrare nel mio spirito...:)
    Fabio