venerdì 25 marzo 2011

Il mio primo omicidio – Leena K. Lehtolainen (Fanucci 2010)


Avevo preso un certo numero di decisioni che riguardavano la mia vita, ma anche quelle era improbabile che fossero definitive. Chissà se, nel giro di qualche anno, non avrei voluto di nuovo cambiare rotta.

A furor di popolo Fanucci pubblica il primo libro incentrato sulle avventure dell’investigatrice Maria Kallio, Il mio primo omicidio di Leena K. Lehtolainen. Il libro è uscito in Finlandia nel 1993, è stato tradotto in sedici lingue e ne è stata tratta anche una serie tv. Ad oggi sono undici i libri della serie che hanno reso l’autrice una delle scrittrici più lette in Finlandia.
Maria Kallio dopo aver superato con successo il concorso per entrare in polizia e passato l’esame di ammissione alla facoltà di giurisprudenza decide di prendersi una pausa dagli studi e tornare per sei mesi alla centrale di Helsinki. Aveva bisogno di ritrovare un po’ d’azione, di certo non poteva immaginare che avrebbe dovuto sostituire il suo capo sempre troppo sbornio per poter lavorare.
Così un bel giorno toccò a lei recarsi sulla scena di un delitto. Il cadavere di Jukka Peltronen giace in acqua, intorno a lui increduli ci sono gli amici con cui stava trascorrendo qualche giorno nella sua villa. Facevano tutti parte di un coro, l’ASPROFF e si trovavano li per fare delle prove in vista di un impegno. Per Maria non sono degli sconosciuti. Conosce parecchi di loro, e conosceva anche Jukka il bello. Ai tempi del college Jukka frequentava la ragazza con cui Maria divideva l’appartamento. Ma adesso le cose erano cambiate, adesso lei era una poliziotta e non voleva e non poteva farsi coinvolgere troppo da queste persone.
Questo è il preludio. Il resto lo lascio a voi. Personalmente ho trovato questa storia molto scialba. La scrittura è buona e anche i risvolti psicologici dell’indagine non sono male, ma è tutto il contorno che non ha saputo suscitare in me il minimo coinvolgimento.
Le turbe di Maria Kallio sul fatto di sentirsi più a suo agio con la divisa piuttosto che con i jeans o essere a conoscenza del suo piccolo segreto riguardante il colore dei suoi capelli. E poi i nomi dei protagonisti: Jyri, Tullia, Mirja, Piia, Jukka, Antii, Rane…ogni due righe dovevo fermarmi per fare mente locale e cercare di ricordami quali erano gli uomini e quali le donne.
Probabilmente sono io che non vado molto d’accordo con la letteratura nordica o forse c’è troppo sovraffollamento di capolavori da quella parte d’Europa. E’ sicuramente un libro che si lascia leggere in pochissimo tempo, anche se un grande aiuto me lo ha dato il guasto alla Metro B di Roma di qualche giorno fa, però è anche una di quelle storie che ti scivola addosso senza lasciarti niente.

Articolo di Marianna "Mari" de Rossi

Dettagli del libro
  • Autore: LEHTOLAINEN LEENA K.
  • Titolo: IL MIO PRIMO OMICIDIO
  • Genere: Libri
  • Editore: FANUCCI
  • Prezzo: € 14,90
  • Pubblicazione: 10/2010
  • Numero di pagine: 247
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-13: 9788834716687
  • ISBN: 883471668X 

4 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

E scaffale sia. Così si fa Mari :-)

Cristing ha detto...

Scaffale anche per me.... è meglio non perdere tempo con libri che non meritano visto che ne abbiamo poco a disposizione per leggere :) Brava Mari e grazie....

Anonimo ha detto...

Brava mari, mi fido.... passo
gracy

Stefania ha detto...

Ricordavo che avevi già detto di essere rimasta delusa da questo romanzo, che peraltro mi attirava poco di suo, per ora lascio perdere pure io!