venerdì 17 settembre 2010

Les Italiens - Enrico Pandiani


Qella sensazione che ti possano fare la pelle non lascia mai la mente di uno sbirro. E' un formicolio che salta fuori quando meno te lo aspetti. Ma ti immagini che l'ultimo atto possa arrivare in una sparatoria, o mentre fai un'irruzione, o se ti capita di fermare il tipo sbagliato sull'auto sbaglliata. Non mentre te ne stai comodamente seduto nel tuo ufficio.

13 colpi, 13 spari con il silenziatore, un cecchino dal palazzo di fronte, vetri infranti, panico assoluto, sangue dappertutto, una manciata di secondi e la squadra de les italiens al 36 Quai des Orfèvres è decimata. Quattro di loro a terra, tre morti, un ferito grave che morirà poco dopo e una giovane donna rea soltanto di trovarsi al posto sbagliato nel momento sbagliato. Il tempo di raccogliere idee, anima, orgoglio e coraggio e il commissario e i suoi si precipitano in strada arrivano all'appartamento ma ormai è tardi. Bell'inizio di giornata non c'è che dire ma si sa “se qualcosa può andar male... lo farà” e dopo una mattinata del genere ci si aspetta di tutto, ma non così tanto! Obbligato dal capo della polizia, il nostro commissario deve scortare a casa la pittrice trans Moët Chamberat alla quale hanno devastato lo studio. Ma qualcosa non quadra, dei semplici ladri non riducono un appartamento in quelle condizioni, cosa stavano cercando? E perchè tentano di ucciderli? E qual'è il filo nero che collega Moët alla carneficina della mattina? 3 giorni lunghissimi tra fughe sparatorie e morti, in cui la parola d'ordine è sopravvivere e il fine ultimo la vendetta.
Noir soprendente e portentoso quello di Enrico Pandiani. Una narrazione in prima persona, serrata, incalzante ci fa stare con il fiato sospeso e gli occhi incollati alle pagine senza un attimo di tregua. Suspence e intelligente ironia sono perfettamente equilibrati tanto da far sorridere con l'adrenalina a tremila. Personaggi importanti, fantastici con talmente tanto da dire e trasmettere che sgomitano l'un l altro per conquistarsi la scena. Eccezionale Moet, straordinario il commissario (l'unico personaggio senza nome) e una squadra di rambo, pazzi incoscenti e scatenati che non vedo l'ora di incontrare di nuovo in Troppo piombo.

Con l' occasione, mettiamo online anche la presentazione di Enrico Pandiani tenutasi a Sarzana per la manifestazione letteraria organizzata da Alessandro Zannoni, "LeggereFaMale".



Articolo di Cristina "Cristing" Di Bonaventura
Presentazione, Montaggio Enzo "BodyCold" Carcello
Riprese Cristina Greco

Dettagli del libro
  • Prezzo: 13.50 €
  • Formato: Brossura
  • Pagine: 256
  • Lingua: Italiano
  • Editore: Instar Libri
  • Anno di pubblicazione 2009
  • Codice EAN: 9788846100993 

3 commenti:

Mari ha detto...

L'ho finito questa mattina. Un libro che consiglio a tutti, ironico, brillante e con sparatorie che tolgono il fiato. Le scene sono così magistralmente raccontate che sembra di vedere un film.
Bella recensione Cri!!!!!

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Ottimo esordio di Enrico che dimostra grandissima personalità e carisma nel rivisitare il genere hard boiled. L'idea della location, della squadra e alcune situazioni ad alto tasso di adrenalina sono geniali e coinvolgenti.
Sarà durissima davvero votare tra i tre finalisti al Nebbiagialla (ricordo che domenica 19 si voterà il vincitore, killer mantovano in giuria).
Bravissima Cristina come sempre.

Matteo ha detto...

'Mazza oh, ma Enzo dove stava? A fare trekking in montagna ad alta quota là sopra?:-)