lunedì 30 agosto 2010

Reportage da Camaiore


Questa l’ansa che l’ufficio stampa Studio Brandi del Premio Camaiore per la letteratura Gialla ha comunicato dopo la finalissima:

PREMI: A VICHI IL CAMAIORE PER LA LETTERATURA GIALLA. VINCE CON 'MORTE A FIRENZE',SECONDA MARILU' OLIVA CON 'REPETITA'

(ANSA) - CAMAIORE (LUCCA)- È MARCO VICHI CON 'MORTE A FIRENZE' (GUANDA) IL VINCITORE DELLA SETTIMA EDIZIONE DEL PREMIO CAMAIORE PER LA LETTERATURA GIALLA.
LO HA DECRETATO LA SCORSA NOTTE LA GIURIA POPOLARE (C'ERA ANCHE EUGENIO FASCETTI, EX ALLENATORE DI CALCIO E AMANTE DEL 'GIALLO') NEL CORSO DELLA CERIMONIA CONCLUSIVA AL TEATRO DELL'OLIVO DI CAMAIORE, SCEGLIENDOLO TRA LA TERNA DI FINALISTI. LO SCRITTORE HA INFATTI OTTENUTO 27 DEI 50 VOTI POPOLARI. SOLO OTTO IN PIU' DI MARILU' OLIVA CON LA SUA OPERA PRIMA ''REPETITA'' (PERDISA).


Ma io, in qualità di inviato speciale, c’ero e voglio dirvi di più. Ad esempio che l’organizzazione del Premio è stata impeccabile. Il gruppo della Fondazione è professionale e compatto. Se volete un aneddoto sul loro livello di organizzazione, vi basti sapere che, qualche giorno prima del 4 luglio, Maurizio Pardocchi dei Servizi Amministrativi del Comune di Camaiore ha salvato eroicamente, sacrificando un giorno di vacanza, le 50 copie del romanzo concorrente “Repetita” che per un errore di spedizione rischiavano di essere perse per sempre e non finirenelle mani dei giurati.



Così è cominciata la serata: due degli scrittori finalisti – Marco Vichi e Marilù Oliva – si sono ritrovati a cena alle 20 in un eccellente ristorante nei pressi del teatro, insieme allo scrittore (nonché caro amico di Vichi) Divier Nelli dove – ovviamente – hanno disquisito di letteratura mentre degustavano prelibatezze locali e ottimi vini. Si sono poi trasferiti all’adiacente teatro dell’Olivo di Camaiore, dove è avvenuto il collegamento video con Elisabetta Bucciarelli, che per motivi familiari non era riuscita a venire.

Sul palco, oltre al conduttore Claudio Sottili, ha co-condotto la finale lo scrittore Giampaolo Simi, direttore tecnico del Premio, con interviste molto interessanti. La serata si è svolta con ritmo, grazie anche al programma: agli intermezzi musicali suonati dal del pianista Luigi Nicolini, sono seguite tre suggestive interpretazioni teatrali delle opere, con letture degli attori del “Teatro dell’Olivo Campus” diretti da Massimo Pasquini. Il pubblico era completamente assorto.

Poi è arrivato il grande momento, la votazione. I 50 giurati, tutti lettori appassionati, hanno sfilato sul palco per inserire nell’urna trasparente la loro preferenza. Emozione. Subito dopo è avvenuto lo spoglio in diretta.

Risultato:

1 posto. Marco Vichi con "Morte a Firenze” (Guanda) – 27 voti
2. posto Marilù Oliva con “Repetita” (Perdisa) – 19 voti
3. posto Elisabetta Bucciarelli con “Io ti perdono” (Kowalski) – 4 voti



Ma chi c’era anche?

Oltre ai giurati, hanno parlato il presidente della Fondazione Città di Camaiore Maria Vecoli e il direttore generale Alvaro Marchetti. Ha portato il saluto del sindaco e dell'amministrazione comunale l’assessore alla cultura Claudia Larini.
Sono seguite le premiazioni, tutti gli autori hanno fatto una dichiarazione, sottolineando la portata del Premio e la loro soddisfazione.
Le mie impressioni sono ottime: sono rincasato tardissimo ma soddisfatto dopo diverse ore in quel delizioso teatro, seduto tra lettori accaniti che non facevano altro che parlare dei tre libri finalisti... e ne parlavano accalorandosi, chiedendo l’autografo, applaudendo, ascoltando con attenzione, bevendosi le atmosfere: insomma, ci vorrebbe un premio anche per questi 50 giurati: come noi di corpifreddi, sono dei veri lettori!

Articolo di Corpofreddo n.21

4 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Complimenti ai tre finalisti (per noi tutti vincitori) da parte dello staff redazionale e da tutti i lettori di corpi freddi :-)

Martina_PL ha detto...

I Corpi Freddi sempre in prima linea!!!

Camilla P. ha detto...

Ho scoperto da poco Marilù Oliva e devo dire che per ora ho sentito solo pareri positivi :) Magari provo a procurarmi "Repetita"!

Frankie Machine ha detto...

Sono alle prese anch'io con Morte a Firenze, un bell'andare non c'è che dire, vediamo se Vichi riesce a farsi la tripletta con l'Azzeccagarbugli.