mercoledì 14 aprile 2010

La ballata di Jolie Blon – James Lee Burke


Sono cresciuto negli anni Quaranta, a New Iberia, giù lungo la costa del Golfo, e non ho mai messo in dubbio il modo in cui funzionava il mondo.

Quante volte vi è capitato di finire un libro, chiuderlo e sospirare per la consapevolezza e il piacere di aver letto qualcosa di splendido e al tempo stesso provare dispiacere per averlo finito?
A me è successo con La ballata di Jolie Blon, un capolavoro firmato da un maestro del noir, James Lee Burke.

New Iberia, Louisiana. Una terra magica e aspra, bellissima e crudele. Una terra dove si respira ancora l’odio razziale, dove il male sembra aggirarsi indisturbato per le strade, dove la violenza dimora dentro la pelle delle persone come un verme.
E’ proprio qui che Amanda Boudreau, una studentessa di sedici anni viene legata ad un albero, violentata e poi uccisa a colpi di fucile. Le prove ritrovate sulla scena del crimine sembrano incolpare Tee Bobby Hulin, musicista blues e tossicodipendente. Due settimane dopo, il cadavere di Linda Zeroski una prostituta tossicodipendente, viene ritrovato nei pressi del bayou Benoit. La donna è legata ad una sedia ed è stata picchiata violentemente al volto.
Dave Robicheaux, il detective che segue le indagini non sembra convinto della colpevolezza di Tee Bobby e insieme alla collega Helen Soileau e all’amico Clete Purcel cercherà la soluzione ritrovandosi coinvolto in storie torbide e rievocando un passato che sa di piantagioni, di schiavitù, di schiene spezzate e mani sanguinanti.

Robicheaux è un detective che non segue regole, se non le sue. E’ un personaggio complesso, un violento, un ex alcolizzato. Reduce del Vietnam, con ferite ancora aperte nell’anima che spesso sfociano in gesti rabbiosi e feroci.
Non mi ero mai sentito così solo in vita mia. Ancora una volta bruciavo dal desiderio quasi sessuale di richiudere le dita attorno al calcio di una pistola pesante, di grosso calibro, di sentire l’odore acre della cordite, di liberarmi da tutte le responsabilità che soffocavano la mia vita togliendomi il respiro dai polmoni. E poi capii che cosa dovevo fare.

Burke ha saputo dar vita in questa storia a personaggi affascinati, complessi, tormentati. Ha saputo descrivere una realtà, quella della Louisiana, dove i conflitti razziali, gli abusi sessuali, la prostituzione e la tossicodipendenza non riescono comunque ad oscurare la bellezza e il fascino di un territorio da lui tanto amato. E’ così bravo nel descriverlo che mentre leggevo riuscivo a vedere i bayou, le case coloniali, il cielo attraversato da stormi di aironi. Ho avvertito sulla mia pelle l’umidità delle paludi e gli odori pungenti dei bordelli e dei locali frequentati dai personaggi del libro.
…sulla East Maine, nel chiarore illusorio dell’alba, l’aria era carica del profumo dei fiori notturni e dei licheni che crescevano sulla pietra umida, e dell’odore fecondo del bayou Teche.

Ha uno stile unico, oserei dire superbo, da considerarsi un “classico senza tempo”, in grado di rapire il lettore dalla prima all’ultima pagina.
La sorpresa più piacevole però è stata scoprire che Burke ha scritto qualcosa come una ventina d libri con protagonista il detective Dave Robicheaux e qualcosa mi dice che comincerò a cercarli tutti!

Articolo di Marianna "Mari" De Rossi

Dettagli del libro
  • Titolo La ballata di Jolie Blon
  • Autore Burke James L.
  • Prezzo € 16,00
  • Prezzi in altre valute
  • Dati 2009, 351 p., brossura
  • Traduttore Curtoni M.; Parolini M.
  • Editore Meridiano Zero (collana Meridianonero)

12 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Se decidi di cercarli tutti preparati perchè non sarà una impresa affatto semplice. Diverso materiale dello scrittore è rarissimo, personalmente possiedo alcuni suoi romanzi nella versione gialli mondadori che sono valutati a peso d'oro!!!
Occhio alle bancherelle che voi a Roma siete ben forniti :-)
Complimenti per la recensione.

Cristing ha detto...

Bellissima recensione Mari, un libro da leggere, assolutamente!

allanon ha detto...

Complimenti Mari per la recensione.
Di Burke credo di avere tutti i Gialli Mondadori e alcuni dei primi pubblicati da Baldini e Castoldi. Mi piace un casino. Sempre nella collana Gialli Mondadori è uscito anche "Terra violenta" che non appartiene alla serie con Dave Robicheaux e con cui, mi pare di ricordare, Burke abbia vinto l'Edgar Award. Se ti metti a cercarli buona caccia e buon divertimento: mettersi alla ricerca dei libri di un autore appena scoperto è una cosa divertente quanto vivere un film di Indiana Jones :-)

Mari ha detto...

Ho visto che Meridiano Zero ne ha pubblicati diversi tra cui anche il primo della serie...rifornirò la mia wl :-)

Martina_PL ha detto...

Burke ritorna spesso su queste pagine, ultimamente, ed inizia ad incuriosirmi. Mi chiedevo se i suoi libri si possono leggere anche senza ordine, ma se Mari ha letto questo per primo senza problemi e le è piaciuto, penso di sì...

Mari ha detto...

@Martina: in questo libro ci sono dei riferimenti al passato di Dave Robicheaux però non rendono incomprensibile la storia. Io l'ho letto tutto senza sapere dei precedenti, solo alla fine quando ho fatto ricerche sulla bibliografia di Burke ho scoperto gli altri libri!

Linda80 ha detto...

Bellissima rece Mari, davvero sentita... e mannaggia a te, pure questo finisce in WL!!! ;-)

Frankie Machine ha detto...

Mari se vai in caccia ti seguo a ruota, non ti spaventare se ti sembra di essere tampinata, XD, sono io. Però ho appena finito Prigionieri del cielo, tremendamente caldo con il sole che sprofonda nel bayou, è il secondo dopo Pioggia al Neon. Per i successivi invece dobbiamo rubarli a qualche giallista Mondandori, che non si trovano più in giro. Allora d'accordo Mari, quand'è che ci introduciamo di notte a casa del Killer? Baci per la rece, mi illumina.

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Frankie & Mari dovete passare sul mio cadavere :-)

Mari ha detto...

@Frankie: quando vuoi!!!!Tu blocca il killer e io penso al bottino :-)

Anonimo ha detto...

Mari, bella rece, l'ho riletta dopo aver finito di leggere questo libro davvero ragguardevole per gli amanti del genere, Lee Burke è un vero talento che merita di essere letto:)
gracy

Ace ha detto...

ho letto l'occhio del ciclone di Burke (che ti consiglio vivamente) e sto leggendo adesso il prezzo della vergogna che è semplicemente fantastico...è un autore come pochi veramente e grazie alla tua recensione mi hai fatto capire quale sarà il mio prossimo libro!!!