lunedì 25 gennaio 2010

La mano sinistra di Dio - Paul Hoffman



Prima di parlare del romanzo edito da Nord Ed., vorrei parlarvi dell' autore.
Paul Hoffman, ha già alle spalle due romanzi, uno con cui predisse il crollo mondiale della finanza di questi mesi e una commedia noir sul mondo del cinema. Quest' anno si rivede sugli scaffali delle librerie con un libro di difficile collocazione tra i vari generi letterari e che, secondo la mia personale intepretazione, ciò può anche essere un piccolo difetto. Ma analizzeremo questo punto più avanti.
"La mano sinistra di Dio" è il primo volume di una saga thriller-fantasy, che con 46 capitoli, vede come protagonista un ragazzino di 14 anni Thomas Cale. Il prescelto da Dio stesso, colui che porta con sè un infame destino, colui che distruggerà il mondo.
Il Santuario dei Redentori, è un luogo infame, sito in mezzo al nulla geografico, dove migliaia di ragazzi vengono cresciuti ed allevati per essere dei guerrieri che da soldati dovranno combattere contro gli Antagonisti, gente senza un Dio, in una guerra che dura oramai da circa due secoli.
A tutto questo è sottoposto quotidianamente Thomas Cale, sin da quando è stato prelevato dalla sua famiglia e portato al Santuario dei Redentori. Fame, sete, umiliazioni, vessazioni, ma Thomas decide che quella non è la sua vita e decide di fuggire anche se sa bene che dal Santuario, non si scappa. Dal Santuario non si scappa, ci si vive e fuori da esso ci si muore.
 


Un romanzo che ti attanaglia le budella, un libro che sin dalle prime pagine mi ha stupito per la crudezza e la sensazione di violenza che traspare dai fogli, che non è un comune elemento tra i libri di questo tipo.
Un thriller-fantasy ben strutturato che si conclude con un finale aperto e molte domande rimaste senza risposta e considerando il fatto che è solo il primo di altri due libri, altrimenti non poteva essere.
A inizio recensione vi ho accennato di ciò che secondo una mia analisi potrebbe essere l' unico difetto per un libro, che dal punto di vista stilistico reputo ineccepibile, ovvero il "target".
Già "target", in economia questo termine è il risultato di tipo economico posto come obiettivo per una determinata strategia, mentre in pubblicità è il segmento di pubblico a cui è diretta una determinata comunicazione commerciale.
Non voglio tediarvi con cose troppo tecniche, ma leggendolo, mi sono chiesto: a chi andrà in mano questo libro? Quale sarà il target a cui le case editrici si dedicheranno per la vendita del romanzo?
Il fatto che stia a metà tra un thriller e un fantasy, con tematiche che si muovono tra un "target" adulto e un "target" adolescenziale, non lo rende di facile commercializzazione e il fatto di porlo a metà tra le due fasce demografiche, forse potrebbe confondere i lettori e ci potremmo ritrovare di fronte a l' ennesimo libro annunciato con hype di marketing enorme (ennesimo libro dell' anno per intenderci), lasciato morire tra gli scaffali.
Beh vi assicuro che il libro vale la spesa fatta. E' un romanzo di una bellezza inaudita, per chi bazzica il nostro gruppo anubiiano, posso di certo classificarlo come tra i migliori libri letti quest' anno, semplicemente da avere, anche se adesso mi sento in astinenza del secondo volume e, perchè no, anche del terzo.
E' di certo un libro insolito, in quanto, troppo violento per essere un libro per adolescenti, e con un personaggio principale un quattordicenne, forse troppo piccolo per essere un libro per adulti, la storia stessa, come accennato all' inizio, lo porta tra la letteratura epic-fantasy, eppure non si tratta di magia o interventi divini, ma per le sue ambientazioni cupe e il patos che crea mentre lo si legge, lo avvicina molto ai thriller. 
Chiaramente le cifre danno ragione agli uffici stampa, tra i primi 6 romanzi più venduti questo mese in Italia, e libro venduto in circa 20 Paesi del mondo.
Io aspetto con la bava alla bocca il secondo episodio.
Il sito dedicato al romanzo www.lamanosinistradidio.com

Articolo di BodyCold

Dettagli del libro
  • Formato: Rilegato
  • Pagine: 441
  • Lingua: Italiano
  • Editore: Nord
  • Anno di pubblicazione 2010
  • Codice EAN: 9788842916437
  • Traduttore: P. Scopacasa

11 commenti:

giulia (cerussite) ha detto...

già in wish list..
non so perchè, ma mi fido di questa bella recensione.

Martina_PL ha detto...

La recensione di Enzo invoglia molto a leggere il libro. Considerata la popolarità del libro, credo che riuscirò a trovarlo in biblioteca. Lo spero, per le mie finanze!!!

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Mah...non riesco a capire se potrebbe fare al caso mio.
Su una cosa sono certo: la cover è favolosa.

Anonimo ha detto...

Dopo "La mano sinistra del diavolo" di Paolo Roversi, ecco "La mano sistra di Dio". Aspetto con ansia "La palla sinistra" di Sant'Antonio...:)
Fabio Lotti
P.S. Grande Enzone!

Lofi ha detto...

Questo lo compro sicuro! A modo suo anche questa è arte http://www.youtube.com/watch?v=CiSwX7lW7xE&feature=related

la mano sinistra di Dio

barbara ha detto...

L'ho letto in un soffio, e lo rileggerò di nuovo, tanto per la seconda parte tempo ci sia empo. Sottoscrivo tutto quello che ho letto. E' un libro che non si dimentica, ti rimane appiccicato addosso!

CJS ha detto...

anch'io l'ho letto tutto d'un fiato in un viaggio in nave... SPLENDIDO!
a quando il secondo libro?!

Anonimo ha detto...

un favoloso mondo, quello di Hoffman, che fa da contorno a una favolosa storia, fuori dal tempo.
chiunque ami la lettura e le emozioni che provoca (dalla angoscia fino all'amore) dovrebbe avere nella propria biblioteca questa meravigliosa opera.

Anonimo ha detto...

bellissimo.

Anonimo ha detto...

Si sa già quando uscirà il secondo volume?

moonblack ha detto...

E' bellissimo, peccato che ancora nn viene pubblicato il secondo, c'e il titolo la copertina, il prezzo, ma nn il libro!!!!!!!!:(:(