sabato 14 novembre 2009

Retrospettiva su: Charles Daly King


C. Daly King (1895-1963)


Sette romanzi (di cui 6 pubblicati) ed una raccolta di 12 racconti: questo è bastato a Charles Daly King per entrare e rimanere nella storia del Giallo Classico.
"The Most Imaginative Detective Stories of Our Times" ha scritto Ellery Queen della raccolta di racconti The Curious Mr. Tarrant, pubblicata nel 1935.
Nato a New York, laureato in psicologia, di cui ha scritto alcuni saggi e che riprese ad esercitare a tempo pieno dopo il 1940, aveva esordito nella letteratura "gialla" nel 1932 con il romanzo In alto mare (Obelists at Sea), dove quattro psicologi mettono alla prova le loro teorie psicologiche per cercare il scoprire il colpevole.
Il titolo dei suoi primi tre romanzi contiene la parola "Obelists", termine con il quale l'autore volle definire un semplice testimone oppure un uomo che osserva le cose con sospetto.


Due sono i protagonisti dei suoi scritti: nei romanzi Michael Lord e nei racconti Trevis Tarrant . Famoso per la complessità degli intrecci e per i delitti impossibili, l'autore non ha interesse all'approfondimento psicologico dei personaggi, che servono principalmente allo sviluppo della trama fino alla soluzione del mistero.

Il suo romanzo più famoso è Morirai a mezzogiorno (Obelists Fly High), del 1935, che narra un omicidio avvenuto su un aereo. La narrazione ha la particolarità di iniziare con l'epilogo e di terminare con il prologo.

Michael Lord è un giovane tenente della polizia di New York; a 29 anni sarà promosso ispettore, dopo il terzo romanzo, per aver risolto il suo caso più famoso.
Ricco di famiglia, buon tiratore e ottimo pugile; suo padre, morto alcuni anni prima, è stato il più grande amico di Oliver Darrow, che, una volta diventato capo della polizia, ha fatto entrare Lord nel suo ristretto staff di collaboratori nominandolo tenente.
Michael è coadiuvato dall'amico e psicologo L. Rees Pons, che conosce Lord nel primo romanzo (dove il tenente appare con il nome di Young) e che partecipa agli avvenimenti collaborando con lui.

Trevis Tarrant partecipa alle indagini della polizia solo perchè conosce l'ispettore Peake nel Dipartimento di New York; è ricco, ha notevoli interessi (psicanalisi, archeologia, è un esperto di fisica) e si interessa solo a quei delitti che offrono un enigma dal punto di vista della modalità o del movente.
I casi risolti da Tarrant sono raccontati da una sorta di Watson di nome Jerry Phelan, che è presente insieme al protagonista ma che rimane un semplice testimone degli avvenimenti.


Romanzi (pubblicati nei Gialli o nei Classici del Giallo Mondadori):
  • In alto mare (Obelists at Sea, 1932)
  • La morte viaggia in treno (Obelists en Route, 1934)
  • Morirai a mezzogiorno (Obelists Fly High, 1935)
  • Un cadavere senza importanza (Careless Corpse, 1937)
  • Un alibi di troppo (Arrogant Alibi, 1938)
  • Vacanza alle Bermude (Bermuda Burial, 1940)


La raccolta di racconti (due racconti sono stati pubblicati nella collana "I bassotti" Polillo)
  • "The Curious Mr Tarrant" comprende:
  • The Episode of the Tangible Illusion (1935)
  • The Episode of the Final Bargain (1935)
  • The Episode of the Man with Three Eyes (1935)
  • The Episode of the Codex Curse (1935)
  • The Episode of the Headless Horrors (1935)
  • The Episode of the Torment IV (1935)
  • L'episodio del chiodo e del requiem
  • (The Episode of the Nail and the Requiem, 1935)
  • La maledizione dell'arpa
  • (The Episode of the Vanishing Harp,1935)

Nella raccolta "The Complete Curious Mr. Tarrant" (2003) sono presenti anche gli ultimi quattro racconti pubblicati:
  • The Episode of the Little Girl Who Wasn't There (1944)
  • The Episode of the Sinister Invention (1946)
  • The Episode of the Perilous Talisman (1951)
  • The Episode of the Absent Fish (1945, pubblicato nel 1979)
 La bibliografia con le date di pubblicazione in Italia:
  • In alto mare (1932) - Gli Speciali del Giallo n. 49, luglio 2006 (Viaggi con delitto)
  • La morte viaggia in treno (1934) - I Classici del Giallo n. 780, dicembre 1996
  • Morirai a mezzogiorno (1935) - I Classici del Giallo n. 738, maggio 1995
  • Un cadavere senza importanza (1937) - I Classici del Giallo n. 724, ottobre 1994
  • Un alibi di troppo (1938) - I Classici del Giallo n. 690, luglio 1993
  • Vacanza alle Bermude (1940) - Gli Speciali del Giallo n. 40, luglio 2004 (In vacanza con l'assassino)
  • L'episodio del chiodo e del requiem (1935) - Polillo "I bassotti" n. 50, novembre 2007 (I delitti della camera chiusa)
  • La maledizione dell'arpa (1935) - Polillo "I bassotti" n. 54, agosto 2008 
Articolo di Carrfinder
grazie Luca Conti per la foto di Sir. Charles

18 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Grandissimo Paolo che confeziona l'ennesima importante retrospettiva dedicata ad un altro importantissimo scrittore della scuola classica.
C'è la possibilità eventualmente di avere i numeri dei GM o CDG per una facile individuazione dei romanzi???

Luca Conti ha detto...

Se volete utilizzarla per l'articolo, vi metto a disposizione una delle pochissime foto conosciute di Daly King.

http://dl.dropbox.com/u/1215074/C_Daly_King.jpg

ciao, luca

BodyCold ha detto...

te la rubbo al volo Luca che mi sono ammattito per trovare qualcosa di simile ihihhiihhi

Luca Conti ha detto...

L'ho caricata apposta:-)

Le foto di King sono rarissime. Questa viene da un curiosissimo giallo del 1938 ("The Castle Island Case" di F. Van Wyck Mason) ambientato alle Bermuda, nel quale molti residenti delle isole (tra cui King, che passava gran parte dell'anno laggiù) si erano prestati a interpretare fotograficamente i personaggi.

Luca Conti ha detto...

PS. per Marco:

se ti servono i riferimenti ai numeri di catalogo delle edizioni italiane, è sufficiente consultare la pagina di Wikipedia su King (che ho scritto io:-)

http://it.wikipedia.org/wiki/Charles_Daly_King

Luca Conti ha detto...

Secondo PS (e poi smetto:-)

Ho caricato anche la scansione della mia copia di "Vacanza alle Bermude", che è il numero 6 (!) del Giallo Mondadori, anno 1946, e - visto il periodo e la conseguente, bassa tiratura – è di estrema rarità.

http://dl.dropbox.com/u/1215074/Bermude.jpg

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Grande Luca :-)))
Grazie del tuo prezioso contributo.

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

A quanto pare ci starebbe bene qualche ristampa nelle collane Mondadori dello scrittore....che dici Luca???

Carrfinder ha detto...

Ecco la bibliografia con le date di pubblicazione in Italia:

In alto mare (1932)
- Gli Speciali del Giallo n. 49, luglio 2006 (Viaggi con delitto)

La morte viaggia in treno (1934)
- I Classici del Giallo n. 780, dicembre 1996

Morirai a mezzogiorno (1935)
- I Classici del Giallo n. 738, maggio 1995

Un cadavere senza importanza (1937)
- I Classici del Giallo n. 724, ottobre 1994

Un alibi di troppo (1938)
- I Classici del Giallo n. 690, luglio 1993

Vacanza alle Bermude (1940)
- Gli Speciali del Giallo n. 40, luglio 2004 (In vacanza con l'assassino)

L'episodio del chiodo e del requiem (1935)
- Polillo "I bassotti" n. 50, novembre 2007 (I delitti della camera chiusa)

La maledizione dell'arpa (1935)
- Polillo "I bassotti" n. 54, agosto 2008

Carrfinder ha detto...

... e grazie a Luca per la rarissima foto!! :-)

BodyCold ha detto...

è in articolo nato bellissimo ma grazie alle vostre integrazioni sta supernado il suo splendore ihihihih

Anonimo ha detto...

Grazie, ragazzi!
Fabio

Lofi ha detto...

Articolo perfetto. Grazie a Carrfinder.

Marta ha detto...

Come al solito, non ci si può aspettare niente di meno dal nostro Carrfinder :)

Palazzo Lavarda ha detto...

Queste retrospettive sui giallisti classici che io conosco meno mi piacciono molto, perché mi aiutano a recuperare info di lettura su autori che altrimenti trascurerei.
Grande Carr!

Carrfinder ha detto...

Grazie a tutti dei complimenti!

Mrs Teapot ha detto...

Grazie Carrfinder :)
Un forte abbraccio

Jimbose ha detto...

Un proposito che ho già stabilito per il prossimo anno è quello di cominciare a conoscere il giallo classico.
Caro Paolo, ti chiederò un aiuto per studiare un piano di battaglia adeguato.