venerdì 4 settembre 2009

Morire un po’ - Megan Abbott



Morire un pò dell' americana Megan Abbott (edito da BD) è stato presentato al pubblico un pò come un libro evento nel 2008 visto e considerato che in patria ha vinto l' Mystery Writers of America Edgar Allan Poe Award, ambitissimo premio per gli scrittori di noir americani e l' attrice-produttrice, Jessica Biel, ne ha comprato i diriti per farne un film da grande schermo.
La storia gira attorno ad una maestra di scuola Lora King e suo fratello Bill, poliziotto integgerrimo che vede la sua vita sconvolta dall' incontro di una giovane donna, Alice Steele, bellissima quanto misteriosa che amma alla follia e che a sposare. Le due donne dapprima diventano amiche legatissime fin quando Alice non fa conoscere a Lora il mondo perverso della moda e del glamour e di tutto il marcio che c'è dietro, droga, prostituzione, violenza e alla fine omicidio.
Un dipinto freschissimo e ben narrato dalla Abbott, della Los Angeles degli anni 50 che ha magistralmente raccontato in tutte le sue imperfezioni di sapore vintage i fatti che girano attorno ai personaggi. Un romanzo che ha colpito maestri del noir americano come James Ellroy che ha addirittura scritto sulla cover del romanzo: "Grande narratrice, profonda conoscitrice del noir e artista appassionata. Megan Abbott è arrivata alle vette più alte del genere crime, ed è gia passata oltre..." bhe se questo non vi basta passa solo aggiungere che personalmente ha ragione :D

Articolo di BodyCold

Dettagli del libro
  • # Collana: Romanzi e saggi
  • # Autori: Megan Abbott
  • # Editore: Edizioni BD
  • # Genere: Thriller, Noir
  • # Formato: 15x21, cartonato, b/n
  • # Pagine: 256
  • # Prezzo:€ 14.00
  • # ISBN: 978-88-6123-422-2

9 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Davvero molto interessante, la storia mi affascina molto.
Tenuto conto dei riconoscimenti acquisiti mi sembra sia un romanzo da tenere in considerazione.
Prevedo un finale 2009 da clochard :-)

Jlory80 ha detto...

Bello... m'intriga proprio tanto... probabilmente uno dei prossimi acquisti :-)))

BodyCold ha detto...

secondo me troppo "femminile" per il killer sto romanzo..

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

ma a me le femmine piacciono eh....
pure tanto LOL!!!!!

BodyCold ha detto...

uaumauamuaauaa

Giulia ha detto...

Personalmente la scrittura "vintage" a me intriga parecchio, specie se ambientata nei magici anni 50, lo leggerò sicuramente grazie della segnalazione

BodyCold ha detto...

Giulia, per altro te la consiglio visto che anche il suo prossimo libro sarà sempre intorno al quel periodo e sta avendo un notevole successo in america. a breve pubblicheremo un intervista di quest' autrice :)

Stefania ha detto...

@killer : ahahahahahahah...pure Massimo mi sa che mi mette sotto un ponte se non la smetto con la solfa "ma solo uno...questo proprio non lo puoi lasciare qui!" :P

E questo romanzo è uno di quelli, mi intriga molto.

Un pensierino, solo un pensierino ce lo faccio :)

Linda80 ha detto...

Lo comprerei solo per l'ambientazione... Wishlist!!!