giovedì 3 settembre 2009

I Sassi - Sacha Naspini



"In fondo ogni uomo è una pietra, a suo modo. Ogni vita lo è. Le vite sono come i sassi, rotolano una accanto all’altra, cozzano, si rompono in frammenti; e i frammenti si scontrano con altri frammenti… Ogni vita è ricordo e possibilità di un’altra vita. Una vita può raccontare altre vite, o esserne il riassunto. Riassunto di un’identità, dove si capisce cosa porta qualcuno alle proprie scelte, cosa le comanda, se davvero esiste un libero arbitrio al di là del vortice dove ogni giorno ruotiamo di moto proprio, sulla spinta di altri moti che ci hanno toccato prima, che ci toccheranno..."

Oramai la mia è una crociata. E' bellissimo vedere tanto fermento nella piccola editoria italiana e la casa editrice di cui parlerò, oramai non ne sbaglia uno di colpo. Il Foglio Letterario, nata come rivista fondata nel 1999 e tramutata in casa editrice nel 2003, oramai è un assidura frequentatrice del nostro sito con delle perle letterarie fantastiche. Il gioiellino di cui parlerò in questo spazio è di Sacha Naspini che mi ha tenuto incollato per due giorni sul suo romanzo "I Sassi".
150 pagine per un noir della Maremma toscana, scritto con maestria. Un libro che parte volutamente lento e che si inerpica verso una conclusione crudissima che di certo non vi svelo ma che vi invito a leggere.
La storia gira attorno a vecchi rancori mai sopiti tra gelidi antiquari pronti a tutto per accaparrarsi pezzi di valore, almeno così inizialmente fa credere Sacha al proprio lettore.
Un vecchio, una prostituta e un giro di ricordi che vanno e vengono nella narrazione ed è la parte di amarcord che inizialmente prende il sopravvento sul racconto odierno del vecchio. Due giovani amanti, Marco figlio di un noto antiquario ed Eva moglie di uno spietato personaggio (secondo me il migliore di tutto il romanzo), il Greco, che scappano per riuscire a coronare il loro amore. Ma come sempre tutto regredisce, la fuga, il racconto, la morte e i sassi, elementi di un connubio in apparenza troppo lontani tra essi ma Sacha Naspini ci fa accomodare in un comodo romanzo e rapiti dalla sua lettura, quasi non vien voglia di staccarsene. Non è un romanzo da ombrellone am per il semplice fatto che sotto al sole si è distratti e questo libro va letto e gustato davvero con estrema calma. Una delle cose belle lette quest' anno.
L' autore per altro ricorderà questo 2009 in maniera molto piacevole visto che è da poco uscito un nuovo suo romanzo "Never Alone" per la Voras Edizioni, un mini romanzo "Cento per Cento" per la Historica Edizioni e dulcis in fundo il suo nuovo romanzo che uscirà per novembre addirittura per la Elliot, ma di cui ancora si sa poco.
Un enorme in bocca al lupo e personalmente non vedo l' ora di riuscire a rileggere altri romanzi di Sacha Naspini




Articolo di BodyCold

Dettagli del libro
  • Titolo I sassi
  • Autore Naspini Sacha
  • Prezzo € 12,00
  • Dati 2007, 160 p.
  • Editore Il Foglio
  • ISBN 978 – 88 – 7606 – 159 – 2

8 commenti:

Palazzo Lavarda ha detto...

Perchè scegliamo un libro, di solito? La trama, l'autore, il genere. Sì, ma a volte non è così facile spiegarlo: sono una serie di coincidenze, di 'indizi' per cui dici "Cavoli, questo libro lo voglio".
E' quello che mi è successo con questo libro, non appena ho visto il link di Enzo su Facebook. Per tutta una serie di piccole cose, quel titolo innanzitutto. Io mi porto a casa un sasso da ogni posto in cui vado (non vi racconto nemmeno cos'è successo alla dogana, tornando a casa dalla Siria!). E poi quella frase: "...ogni uomo è una pietra..." E la canzone bellissima del trailer, "Le vent nous portera"...
Insomma, un altro titolo finito subito in wish list, accidenti!

BodyCold ha detto...

come per pochi altri libri, compratelo e se no vi piace vi rimborso personalmente ^_^
si sentirà parlare di quest' autore tantissimo... fidatevi!!

Palazzo Lavarda ha detto...

Hai in programma anche un'intervista con lui, vero?

Palazzo Lavarda ha detto...

Hai in programma anche un'intervista con lui, vero?

BodyCold ha detto...

eccerto :P

Marta ha detto...

La trama mi attira, personaggi, ambiente e vita ci sono. Andrò alla ricerca anche di questo 'tomo' :)

Max P. ha detto...

Io non posso che unirmi al coro perché Sacha Naspini, oltre che essere un caro amico, è uno scrittore con la esse maiuscola. se posso permettermi, vi suggerisco anche il bellissimo Never Alone.

Stefania ha detto...

Dopo essermi "innamorata" dei Cariolanti, questo certo non me lo lascerò scappare!