martedì 21 luglio 2009

La biblioteca dei morti - Glenn Cooper



Questo romanzo è cominciato e forse tutti noi ci siamo dentro, anche se non lo sappiamo. Perché non esiste nulla di casuale. Perché la nostra strada è segnata. Perché il destino è scritto.
Nella Biblioteca dei Morti.

Il web alcune volte è strano davvero. premetto che questa è una prefazione che sto scrivendo dopo aver scritto la mio personalissima recensione che troverete di seguito.. il motivo per cui la scrivo? presto detto. Ogni qual volta che scrivo una recensione e solo dopo averla finita, inizio un giro su internet alla ricerca di altri recensori per vedere se c'è un giudizio unilaterale su come la si pensa di un libro... insomma solo curiosità.
Dopo aver letto La biblioteca dei morti, mi inerpico sul web e inizio a scandagliare, bhe mai visto una tale deframmentazione di opinioni su un libro. Se aprire 20 recensioni, 10 saranno mooolto positive e 10 sarannno moooolto negative. Insomma "La biblioteca dei morti" è un libro che, o si ama o si detesta. L' opinione che mi sono fatto io di questo romanzo è che di certo poteva essere meno pompato, nel senso che, il giorno dell' uscita diquesto romanzo (in contemporanea in 22 Paesi O_O), in ogni libreria si andasse si vedevano cartelloni immensi, vetrine mono libro, pagine di quotidiani, ecc. Insomma era stato annunciato come l' esordio del secolo.
Il libro in se per se non mi ha deluso, anzi a me è anche piaciuto e continuo a ribadire che la Nord su questo genere letterario prende davvero pochissime cantonate.
La trama è molto avvincente e l' unica pecca che ho trovato è nei due personaggi chiave della storia che di per se sono molto stereotipati.
Will Piper, profiler dell’ FBI di New York, è un esperto di killer seriali, che come la regola di questi anni vuole, vive tra eccessi legati all' alcool e una vita sociale e affettiva disastrata.
A complicargli il tutto è un' agente di cui si innamora, Nancy, ed entrambi si ritrovano ad investigare su dei casi di omicidio nella Grande Mela Americana, ma non sanno ancora che questi casi di omicidio sono legati ad una lista scritta da un ragazzino nel 782, nell' isola di Vectis in Inghilterra, dove un certo Octavus ragazzino nato il 7 luglio del 777, settimo figlio di un settimo figlio dopo esser stato raccolto dai monaci di un abbazia redisse una lista con nomi e numeri, nomi e date di nascita e di morte.
Ma che c' entrano le morti newyorkesi con un bambino nato in un altro continente quasi 1500 anni prima?
Ciò che quell' antichissima pergamena racchiude è uno dei più funesti segreti che siano mai stati portati alla luce.
Un susseguirsi di date di nascita e di morte che sconvolgeranno il nostro mondo e il lettore che rimarrà inchiodato tra le righe di questo fanta-thriller.
Un libro da leggere e l' ennessimo libro da mettere in wishlist...
Grazie a D.S. per la correzione sull' articolo.




Articolo di BodyCold

Dettagli del libro
  • Autore: Cooper Glenn
  • Traduttore: Gian Paolo Gasperi
  • Editore: Nord
  • Genere: letterature straniere: testi
  • Collana: Narrativa Nord
  • ISBN: 8842916064
  • ISBN-13: 9788842916062
  • Data pubblicazione: 21 May 09

12 commenti:

DAscanifederica ha detto...

Io della Nord ho letto Patrick Graham e ho notato sia la qualità sia il gusto particolare della casaa editrice... Quindi, in teoria, e grazie a questa recensione, non dovrei rimanerne più di tanto scontenta... La biblioteca mi ispira... Però c'è una cosa che mi innervosisce alquanto... Ovvero che la Nord dice chiaramente che di scrittori italiani non ne prende quansi mai in considerazione perché non li giudica all'altezza deggli scrittori statunitensi in relazione al genere che trattano... Insomma... Mi sembrano un po spocchiosi... Però, onore al merito...

BodyCold ha detto...

francamente fede in effetti non avevo mai fatto cso al fatto che non uscissero mai romanzi italiani con la nord... presto sapremo il perchè :)

Palazzo Lavarda ha detto...

Molte delle ultime uscite Nord mi avevano lasciato dubbiosa, perchè mi pareva che cavalcassero un po' troppo l'onda dei thriller 'religiosi'. Questo invece mi ispira di più e l'ho messo in wishlist, ma aspetto di vedere se lo trovo in biblioteca. Troppe spese!!!

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

In linea generale quoto il pensiero di Martina, troppi mystery con temi religiosi oppure libri sui vampiri. In ogni caso c'è da dire che ultimamente sono usciti ottimi romanzi. Relativamente al discorso degli autori Italiani se non sbaglio la Nord ha distribuito il libro di Nerozzi "Il cerchio muto", quindi qualche autore italiano c'è pure ne suo rooster.

BodyCold ha detto...

Nerozzi (per altro recensito sul blog) è Nord, per quanto riguarda il filone commerciale, ogni anno è cosi in estate....
non solo na nord ma un pò tutte le case editrici, fanno uscire romanzi con la tendenza che vende di + proprio perchè moltissime persone che vanno in ferie (anche chi non legge normalmente) compra un libro da portarsi in spiaggia e quindi tendono a sfruttare il filone + commerciale possibile..
filone che per altro a me non dispiace :P

Palazzo Lavarda ha detto...

Ho chiesto in biblioteca e tra un po' me lo procurano. Ho pure fatto una mezza gaffe, dato che per diversi motivi son morte due persone, lì in biblio, nei mesi scorsi :-(

Carrfinder ha detto...

Di solito non compro i bestseller quando escono, ma la trama di questo libro mi ha colpito subito...

@Palazzo: immagino la faccia del commesso quando hai detto il titolo del libro :))

Anonimo ha detto...

Passavo di qua per caso, sono uno che ha letto "la biblioteca dei morti" (e mi è piaciuto molto).
Volevo solo dirti che "Secret of the seventh son" non è altro che il titolo originale del libro.
Come del resto puoi verificare qui:
http://glenncooperbooks.com/content/secret_seventh_son.asp?id=desc

D.S.

BodyCold ha detto...

D.S. grazie per la correzione.
mea culpa editato l' articolo ^_^

Anonimo ha detto...

Era in wlist. Questa mattina l'ho ricevuto come "regalo dei morti" assieme ad una pupa di zucchero, ai taralli, frutta martorana e rametti di miele!
Buon Halloween!
gracy

Anonimo ha detto...

qualcuno mi sa dire chi ea il morto ocn la testa grossa trovato non insieme agli altri?

Anonimo ha detto...

Se a qualcuno può interessare è uscito il seguito, si intitola "Il libro delle anime".
L'ho appena cominciato...

D.S.