martedì 21 aprile 2009

Ospiti Fiera del libro 2009 Torino




Grandi nomi, grandi temi

Imponente l'elenco dei grandi nomi che animano l'edizione 2009. In testa a tutti il Nobel turco Orhan Pamuk, che torna al Lingotto dove era già stato ospite nel 2001, prima della laurea svedese. Salman Rushdie presenta il suo nuovo romanzo. David Grossman, particolarmente caro ai lettori italiani, il cinese Yu Hua, uno dei grandi narratori del suo Paese. Il poeta franco-siriano Adonis, lo svedese Björn Larsson, con i suoi racconti sul piacere della ricerca dedicati a Primo Levi, il danese Mikkel Birkegaard, l'argentino Alberto Manguel, gli spagnoli Alicia Giménez-Bartlett e Arturo Perez-Reverte, il maestro del thriller Jeffrey Deaver in dialogo con il giovane collega italiano Donato Carrisi, gli americani Percival Everett, Todd Hasak Lowy, James Frey e Garth Stein; l'inglese Howard Jacobson, l'israeliano Yehoshua Kenaz, l'americano André Aciman, la tedesca Julie Zeh, il macedone Luan Starova, i libanesi Salwa Al-Neimi e Naiwa Barakat, l'indiano Indra Sinha. John Simenon ricorderà il padre Georges.

Scrivere la Palestina

Tornano in Fiera gli scrittori palestinesi. Figure rappresentative, come quelle di Ibrahim Nasrallah, poeta e narratore, autore di due romanzi tradotti in italiano (Febbre e Dentro la notte); Sayed Kashua, il giovane autore di Arabi danzanti (Guanda), un arabo israeliano che dà voce alla minoranza palestinese; la scrittrice e regista Liana Badr, che vive a Ramallah dove collabora con il ministero della cultura palestinese e ha pubblicato diversi racconti e romanzi che affrontano temi quali la condizione femminile, la donna, la guerra, l'esilio e il dramma palestinese. Del futuro prossimo della questione palestinese dopo Gaza discuterà in Fiera lo storico Ilan Pappé. Nato ad Haifa da una famiglia di ebrei tedeschi, e oggi professore a Exeter, è il critico più radicale delle politiche sioniste dal 1948 a oggi, e di quella che, come recita il titolo di un suo volume tradotto da Fazi, definisce la «pulizia etnica della Palestina».

Gli scrittori italiani

Presenti al Lingotto molti dei protagonisti della stagione letteraria. Dopo la prolusione inaugurale di Umberto Eco, in dialogo con Jean-Claude Carrière sul futuro del libro, sono attesi Simonetta Agnello Hornby con il suo perturbante romanzo sugli abusi infantili, Alberto Bevilacqua nel segno del ritorno della sua Califfa, Gianrico Carofiglio con una conversazione sulla «Manutenzione delle parole», Erri De Luca con la sua fortunata storia di un'infanzia napoletana, Giorgio Faletti con il suo nuovo, atteso romanzo, Claudio Magris che riceverà un importante riconoscimento dalle mani del ministro spagnolo della cultura, Cesar Antonio Molina. E ancora Mauro Corona, Margaret Mazzantini che legge pagine del suo romanzo, Valerio M. Manfredi, Paolo Giordano che presenta quattro nuovi scrittori italiani, Lidia Ravera, Pino Roveredo in dialogo con Susanna Tamaro, Ugo Riccarelli, Antonio Scurati, Giuseppe Culicchia ed Emmanuelle de Villepin.

È scritto direttamente in italiano anche il libro-rivelazione del giovane Nicolai Lilin, Un'educazione siberiana, travolgente racconto autobiografico di un'epopea criminale ai confini dell'Ucraina.

Domenica sera, un reading in onore dei quattro tra i più importanti libri di poesia pubblicati in questi mesi. Sono quelli di Ottavio Fatica, Giancarlo Majorino, Davide Rondoni, Cesare Viviani.

10 commenti:

Carrfinder ha detto...

Grandi nomi, grandi temi. E una delegazione dei Corpi Freddi ci sarà. Sabato 16 maggio: manca poco!

Stefania ha detto...

Quoto Paolo.
Noi ci saremo!!!!
E manca meno di un mese!
La cosa che mi emoziona di più pensando alla giornata? naturalmente e senza ombra di dubbio rivedere cari amici già conosciuti :))) e conoscerne di nuovi! Mi mancate, a prestissimo ^___^

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Mi spiace davvero non riuscire ad esserci :-(
E' una vita che voglio visitare questa fiera....

DAscanifederica ha detto...

Ci dovevo stare pure iooooo... Uffff... Vabbè, dai, sarà per il prossimo anno... Magari con un librone da best seller alla .... Dan Brown!

Palazzo Lavarda ha detto...

Mamma mia, quanti bei nomi! Peccato esser così lontano. Spero in un resoconto completo dalla delegazione di Corpi Freddi :-)

Principessa ha detto...

Anche io mi sto mangiando le mani,voglio andarci!!! .....c'è Giorgio!!!.... (ma non solo)

Marta ha detto...

Resoconto assicurato dalla delegazione corpi freddi che spererà di non perdere nessun membro fra la folla :)

Linda80 ha detto...

Quanto mi piacerebbe esserci... :-(

Marta ha detto...

Vieni Linda col consorte nuovo nuovo :)

Stefania ha detto...

Ormai manca pochissimo...Fiera del Libro Corpi Freddi in arrivo!!!