sabato 4 aprile 2009

L' esorcista - Blatty William P.


Questo è uno dei libri che desideravo leggere da più tempo, avevo altissime aspettative e rischiavo di restare più delusa che mai. Ma così non è stato! Già solo questo mi dimostra che è un grandissimo romanzo, nonostante sia diverso da come me l'aspettavo... La stile è incredibilmente coinvolgente, tiene alta l'attenzione e viva la curiosità come pochi altri libri sanno fare. Ogni personaggio è caratterizzato perfettamente, anche quelli secondari, mi sembrava di averli proprio accanto durante la lettura!

La trama penso sia nota a tutti: narra di una bambina dolcissima (Regan) che all'improvviso e senza alcuna motivazione apparente dà segni di squilibrio prima sporadici e poi sempre più ravvicinati. Inizia a comportarsi in modo strano, usando un linguaggio volgare mai usato prima, parlando lingue incomprensibili... E anche intorno a lei tutto sembra impazzito: si sentono colpi sul soffitto, il letto si scuote, gli oggetti spariscono...
La madre della piccola (un'attrice famosa) è disperata e inizia a cercare una soluzione prima tra i migliori medici, poi tra i più eminenti psichiatri e infine, pur non essendo credente, si rende conto che l'unica cosa che può salvare sua figlia dall'"autodistruzione" è un esorcismo.
Ben descritto il "percorso" di Regan dalla sanità all'ossessione: il comportamento demoniaco della bambina viene analizzato come una vera patologia mentale e le prove scientifiche, le dimostrazioni pratiche e gli esami clinici vengono vissuti da chi legge insieme alla madre, alla sua disperazione crescente, per poi lasciare spazio a tentativi di comprensione tramite la fede in qualcosa di più grande, positivo o negativo che sia.


Devo ammettere che non mi ha fatto particolarmente tremare... L'ho preso più come un romanzo psicologico/religioso, lasciandomi prendere molto dalle riflessioni del gesuita che segue il caso di Regan, dai suoi dubbi, dai suoi pensieri... Dalla disperazione della madre... Insomma, la cosa che inquieta di più è che questa storia sia molto verosimile e, per quello che penso io, è possibilissimo che accada, ma in questo senso mi ha stranamente turbata di più il film, a cui muovo solo una critica per quanto riguarda l'approfondimento della figura di padre Karras, che ho trovato molto diversa da com'era descritta nel libro... Ma forse sono io che me lo sono immaginato nel modo sbagliato! Per il resto non si può non ammettere che la pellicola ha fatto il possibile per avvicinarsi al livello dell'opera scritta riuscendo a risultare molto efficace, ma non è facile eguagliare un simile capolavoro!



Concludo con una "curiosità" che ho trovato su Wikipedia:

"Gli incidenti sul set del film furono tali che Friedkin chiese a Padre O'Malley di fare un esorcismo per liberare il set da eventuali influenze del maligno:

* Dopo due giorni di riprese, un misterioso corto circuito provocò un incendio che distrusse buona parte del set. * La morte di nove persone tutte legate al film, tra cui il fratello di Max Von Sydow, la nonna di Linda Blair, il figlio appena nato di un tecnico e l'addetto alla refrigerazione del set. * La morte dell'attore Jack MacGowran, il cui personaggio muore anch'esso nel film. * Ellen Burstyn si slogò il collo e Linda Blair si ruppe alcune vertebre della schiena. * La strana sparizione della gigantesca statua del demone assiro Pazuzu che, spedita in Iraq per le riprese del prologo, finì per qualche oscuro motivo a Hong Kong, dove fu fortunatamente recuperata all'ultimo momento."

Brrrr!

Articolo di Carol

Dettagli del libro

  • Titolo: L' esorcista
  • Autore: Blatty William P.
  • Traduttore: Basaglia M.
  • Editore: Mondadori
  • Data di Pubblicazione: 2002
  • Collana: Oscar varia
  • ISBN: 880450580X
  • ISBN-13: 9788804505808
  • Pagine: 330
  • Reparto: Narrativa straniera

11 commenti:

luca aka deathline ha detto...

ehhhhhh, uno dei migliori romanzi che io abbia mai letto! da brivido! penso di tornarlo a spolverare tra qualche settimana! carol ha fatto un ottimo lavoro! bravissimaaaaaaaaaa!!!!

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Capolavoro insuperato dell'horror.
Tra l'altro una delle poche trasposizioni cinematografiche di genere degne di tale nome.

Palazzo Lavarda ha detto...

Non son mai riuscita a guardare il film e nemmeno ora... a metà trailer ho chiuso gli occhi e ho lasciato guardare il mio marito!!! Forse il libro riuscirei anche a leggerlo: dalla recensione, ben fatta, di Carol sembra più interessante di quanto ho mai pensato.

Palazzo Lavarda ha detto...

Non son mai riuscita a guardare il film e nemmeno ora... a metà trailer ho chiuso gli occhi e ho lasciato guardare il mio marito!!! Forse il libro riuscirei anche a leggerlo: dalla recensione, ben fatta, di Carol sembra più interessante di quanto ho mai pensato.

Marta ha detto...

Il film non l'ho mai visto, e neanche dietro congruo pagamento lo vedrei. :) Il libro data l'ottima recensione di Carol potrei considerarlo, mi ha colpito quando Carol scrive, "ti turba di più perché è una vicenda verosimile che potrebbe accadere", ecco il vero horror è questo non quello clamorosamente esagerato.
Bravissima come al solito Carol

Principessa ha detto...

E' l'unico film horror che ho visto più volte in vita mia.
E' fantastico anche se mentre lo guardo in alcune scene mi viene l'istinto di chiudere gli occhi... (non del tutto però).
Il libro però non l'ho mai letto... provvederemo subito...
Brava Carol

Carol ha detto...

Vi ringrazio di cuore per i complimenti :) E spero vivamente di avervi convinto a leggerlo perchè vi assicuro che merita!!

Linda80 ha detto...

Il film non mi è piaciuto... il libro potrei anche prenderlo in considerazione però!
Comunque a leggere la storia degli "incidenti" sul set mi sono venuti i brividi... O_o

skunkie ha detto...

l' ho gia' messo in wishlist
su ebay sta a 7.00€ + 3€ di spedizione, magari il giorno prima di andare in Italia lo prendo, che qui non lo spediscono :(

Stefania ha detto...

Grande Carol. Terminato poche ore fa. Un romanzo (non solo un thriller) che non dimenticherò tanto facilmente. Peccato aver prima visto il film (e ben due volte) e poi letto il libro. Inimitabile, comunque.

Filippo Santaniello ha detto...

Ho comprata usata in una bancarella un'edizione del libro dell'Esorcista del '74.
Copertina geniale!
Ho iniziato a leggerlo oggi..