giovedì 9 aprile 2009

Il genio criminale - Carlo Lucarelli e Massimo Picozzi




Quando parliamo di crimine, pensiamo immediatamente a storie efferate, intessute di crudeltà e di sangue. Ma il crimine non è fatto solo di violenza e paura, e spesso le imprese dei suoi protagonisti ci stupiscono per intelligenza, talento creativo e, talvolta, guizzi di vera e propria genialità. Dopo aver indagato la mente degli assassini seriali nei suoi aspetti più perversi e spaventosi e dopo aver svelato i metodi e le tecniche scientifiche con cui le polizie di tutto il mondo hanno saputo gettare luce sui più efferati omicidi della storia, Carlo Lucarelli e Massimo Picozzi tornano insieme per guidarci attraverso le incredibili vicende di quanti della propria attività criminale sono riusciti a fare «un'arte». Da Amleto Vespa, finito a far la spia in Manciuria tra la prima e la seconda guerra mondiale, a Vincenzo Peruggia, che un giorno del 1911 si mise sotto il braccio la Gioconda di Leonardo e se ne andò indisturbato dall'uscita di servizio del Louvre. Da Ted Kaczinski, più noto come Unabomber, che ha tenuto in scacco l'FBI per quasi vent'anni, a Graziano Mesina, il bandito più famoso che la Sardegna abbia mai conosciuto, passando per figure decisamente ambigue, come Wanna Marchi o Felice Maniero. Da Han van Meegeren, capace di dipingere e vendere falsi Vermeer persino a Hermann Göring, agli uomini che misero a segno il vero colpo del secolo, la rapina alla Brink's Bank di Boston. Fino alla celebre evasione da Alcatraz di Frank Morris e dei fratelli Anglin, che forse sono riusciti a scappare da uno dei penitenziari più sicuri del mondo. Nelle storie di genialità che Lucarelli e Picozzi ci raccontano c'è sempre qualcosa di davvero straordinario, potremmo dire unico: qualcosa che ci fa dimenticare che, in fondo, stiamo parlando di criminali.

Articolo di BodyCold

Dettagli del libro
  • Editore: Mondadori
  • Anno: 2009
  • Collana:Strade blu
  • Pagine: 216
  • Formato: 15,0 x 21,0
  • Legatura:brossura con alette
  • Prezzo: 17.00 €
  • ISBN: 978880458875
  • Stato: In listino

3 commenti:

Marta ha detto...

Allora io ho letto "Scena del crimine" di Lucarelli-Picozzi è devo purtroppo dire che se le ricostruzioni dei crimini erano interessanti e ti prendevano, l'analisi oggettive delle stesse alla lunga annoiavano, sarà forse che io prediligo sempre il lato "umano o meglio disumano"

Carol ha detto...

Strano ma vero visto l'argomento, mi incuriosisce!!! Anche se l'unico che ho letto di Lucarelli non mi è proprio piaciuto... :(

Anonimo ha detto...

Ho letto tutti i libri di Picozzi-Lucarelli(da Serial Killer,Tracce Criminali, Scena del Crimine e La Nera)e sn rimasta molto entusiasta di tutto....infatti nn vedo l'ora di leggere quest'ultimo arrivato!!!=)))
Grandi continuate a scrivere!!!
Ele***