venerdì 13 febbraio 2009

La casa dei segreti - Gerri Brightwell



Ho sentimenti contrastanti nei confronti di questo libro. Vediamo innanzi tutto cosa "non è".
Non è un thriller terrificante come scritto in copertina.
Non è, come riportato in quarta, un romanzo che sovverte i canoni del thriller tradizionale: e perchè dovrebbe?
Non è affatto un giallo tradizionale "ad enigma" in stile Anne Perry o Kate Ross (per rimanere nel campo di autori contemporanei che scrivono gialli vittoriani).
Non è neanche un thriller che unisce la ricerca dell’assassinio all'intrigo politico come "La terza verità" di Andrew Pepper.
E neppure racconta le gesta di qualche serial-killer realmente esistito tipo "Jack lo Squartatore" di Robert Bloch o le gesta di qualche suo emulo letterario.
Piuttosto è un libro che rientra a tutti gli effetti in quel movimento in auge in Inghilterra che si riconosce nel romanzo neo- vittoriano e che negli ultimi 10-15 anni ha generato ottimi libri quali "Il significato della notte" di Michael Cox o "Ladra" di Sarah Waters, senza per altro raggiungere il livello di queste due opere. Un libro che riprende piuttosto le classiche ambiguità dei personaggi nonchè le atmosfere e le tematiche tipiche dei melodrammi dell'800 vittoriano alla Wilkie Collins (con molti dovuti distinguo).
Questo non significa che sia un brutto libro, tutt'altro. Non è scritto male, l'atmosfera opprimente della casa e i personaggi, quasi tutti odiosi, che vi abitano sono descritti in maniera efficace tanto che si è portati a detestarne (giustamente) circa l'80%. Il crescendo, dopo una partenza, a dire il vero piuttosto lunga e un po' lenta tipica di questo genere di romanzi è ben condotto. Diciamo che si tratta di un libro per gli amanti di un certo "genere, mentre chi preferisce un thriller vero e proprio, con killer sanguinari, diabolici assassini e profusione di cadaveri ho il timore che corra il rischio di rimanere un po' deluso.

Articolo di Allanon

Autore: Gerri Brightwell
Titolo originale: The dark lantern
Editore: Newton Compton

Collana: Nuova narrativa Newton
Pagine: 327
ISBN: 978-88-541-1305-3
Data pubblicazione: gennaio 2009
Prezzo: euro 12,90


3 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Grande Alberto. Abbiamo tantissime affinità in fatto di letture...ultimamente la Newton & Compton sta lavorando decisamente bene.
E' appena uscito nella stessa collana "Nessuna pietà per i puri di cuore" di Susan Hill....direi che potremmo farci un pensierino :-)

Stefania ha detto...

Aaaaahhhhh la copertina è a dir poco Meravigliosa e quello descritto è un genere che non mi dispiace. Ne ho appena letto uno simile "Angelica", completamente estraneo al thriller, ambientato nella londra vittoriana, psicologia dei personaggi ben delineata, problemi e intrighi familiari e a far sfondo una casa enorme cupa e soffocante. Mi sa che questo potrebbe piacermi :)

Carol ha detto...

Mmm... Io non riesco a farmi un'idea di questo libro! Più leggo recensioni e più sono confusa, non ho idea di cosa aspettarmi! Anche se la prima volta che l'ho visto in libreria l'ho preso immediatamente in mano fatalmente attratta dalla copertina! Poi il prezzo mi ha fatto desistere :D