sabato 23 aprile 2011

I delitti di Hammersmith – David Frome (Polillo 2009)


La capovolse. Era una comune busta di poco prezzo, il cui timbro attestava che era stata spedita da Hammersmith alle quindici e trenta. La aprì e lesse, su un mezzo foglio di carta dozzinale piegato in due:
STANNO ASSASSINANDO UN UOMO AL 60 DI CAITHNESS ROAD.
Il commissario Debenham era abituato a messaggi anonimi di quel genere, ma si mosse a disagio sulla sedia, batté le palpebre e rilesse le parole.

Londra, 1930. Nel quartiere di Hammersmith un uomo di 30 anni muore di tetano: una morte naturale?
Tutti gli elementi sembrano confermare un decesso non provocato, ma un messaggio anonimo è arrivato per posta a Scotland Yard con un’accusa di omicidio; inoltre il padre dell’uomo è morto investito da un’auto nemmeno due mesi prima: i due fatti sono collegati?
Quando l’ispettore Humphrey Bull viene incaricato del caso, sarà solo l’inizio di quelli che passeranno alla storia come “I delitti di Hammersmith”.
Una solida indagine classica, quella che si arricchisce a poco a poco di particolari sconosciuti al lettore come all’investigatore, ci accompagna per tutto il romanzo; conosciamo una strana famiglia, ci imbattiamo in alcuni fatti apparentemente inspiegabili, due tentativi di furto testimoniano l’accanita ricerca di non si sa che cosa e vediamo all’opera un ispettore giovane ma attento e preciso. La soluzione, come sempre, riserverà più di una sorpresa.

Con questo romanzo inedito per l’Italia, l’editore Polillo ci presenta un autore che non è certamente tra i protagonisti della cosiddetta Golden Age; ci sono però autori minori di quel periodo (rispetto ai maestri del Giallo) che, paragonati ad autori più recenti, non sfigurerebbero nel confronto: Frome è uno di questi, anzi una di questi, perché il suo vero nome è Zenith Jones Brown (1898-1983).

Nata negli Stati Uniti, dopo la laurea ed il matrimonio visse per alcuni anni in Inghilterra, dove pubblicò i suoi primi romanzi polizieschi. Tornata in patria, scrisse, con lo pseudonimo di Leslie Ford, mysteries ambientati negli Stati Uniti, creando nel 1937 una coppia di investigatori che sarà protagonista di quindici romanzi: Grace Latham e il colonnello John Primrose.
Tra i suoi romanzi più famosi, di cui “The Hammersmith Murders” è considerato il migliore, ci sono le dodici indagini che hanno per protagonista l’investigatore dilettante Mr. Evan Pinkerton, che è anche il padrone di casa dell’ispettore Bull.

Articolo di Paolo "carrfinder" Umbriano

Dettagli del libro
  • Autore/i: David Frome
  • Tradotto da: S. Caraffini
  • Editore: Polillo
  • Collana: I bassotti
  • Prezzo € 13.40
  • Formato: Libro in brossura
  • Data di pubblicazione: 2009
  • ISBN: 8881543230
  • ISBN 13: 9788881543236

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Un altro classico che mantiene intatta la sua dignità anche dopo tanto tempo.
Fabio

Martina_PL ha detto...

Altro Bassotto da comprare.

Stefania ha detto...

Decisamente interessante!