giovedì 7 aprile 2011

Altri Regni - Richard Matheson (Fanucci 2011)


Quando si legge Richard Matheson è lecito aspettarsi un capolavoro, così quando ci si imbatte “soltanto” in un bel libro, si rimane disorientati. Nello specifico, questo accade per l’ultima pubblicazione dell’autore americano edito da Fanucci, Altri Regni, un fantasy anomalo che finisce per essere più una splendida storia d’amore.
Alex (protagonista-narrante del romanzo) è un reduce della Grande guerra che dopo aver conosciuto e stretto amicizia con un commilitone, decide di raggiungere il paese nativo di quest’ultimo, incuriosito dai suoi racconti. Così, nel maggio del 1918, Alex arriva a Gatford, piccolo agglomerato dell’Inghilterra centrale, dove vivrà esperienze irripetibili alla scoperta di mondi paralleli e di vecchie leggende improvvisamente divenute realtà.
Si accennava al disorientamento che può causare questo romanzo a chi è abituato a un Matheson diverso, magari quello di Io sono leggenda o Io sono Hellen Driscoll, e questo è dovuto soprattutto a una struttura del libro che va cambiando pagina dopo pagina. Iniziato come un viaggio nell’immaginazione alla scoperta di nuovi mondi, a metà tra il gotico e in fantasy, via via l’autore ci guida verso una nuova dimensione, quella dell’amore. Il rapporto tra Alex e Ruthana è infatti la summa dell’amore, l’amore perfetto come lo definisce il padre della ragazza (anche se proprio ragazza non è, almeno come la intendiamo noi…), una lotta contro tutti e contro tutto che nel finale riserverà non poche sorprese.
«Non avevo difficoltà a capire come un cuore possa spezzarsi. Per giorni e giorni ebbi l’impressione che anche il mio fosse sul punto di cedere. Mi sembrò quasi di sentire lo schianto, pregai in continuazione perché avvenisse».
All’interno di un libro solido e coinvolgente, con personaggi tratteggiati con maestria e un’ambientazione magica fatta di boschi incontaminati, specchi d’acqua lucenti, improbabili dimore e creature fatate, l’utilizzo dell’io narrante è forse l’unica nota stonata. La scelta di instaurare un rapporto così diretto col lettore, con veri e propri monologhi del protagonista rivolti a chi legge, spesso troppo ripetitivi, appesantisce e rallenta il ritmo di una storia che di per sé viaggia veloce e appassiona mano mano che le avventure si susseguono.
Una nota a parte va riservata al commovente finale dolce-amaro che lascia spazio a una duplice interpretazione: il vero amore è impossibile? Oppure il vero amore non muore mai?

Articolo di Marcello Gagliani Caputo

Dettagli del libro
  • Formato: Brossura
  • Pagine: 295
  • Lingua: Italiano
  • Titolo originale: Other Kingdoms
  • Lingua originale: Inglese
  • Editore: Fanucci
  • Anno di pubblicazione 2011
  • Codice EAN: 9788834716779
  • Traduttore: M. Nati
  • Prezzo: 16,00 €

4 commenti:

Lofi ha detto...

Bravo Marcello, ma non sembra proprio il genere di letture che preferisco!

Cristing ha detto...

Bravo Marcello ma passo, non mi sembra molto nelle mie corde.....

Stefania ha detto...

Matheson da un paio di anni è entrato a far parte della rosa dei miei autori preferiti. Conosciuto proprio con "Io sono Helen Driscoll", è stato un colpo di fulmine. Certo questo suo genere mi attira meno delle altre letture fatte ma ho così amato intensamente il film "Al di là dei sogni" (purtroppo non sono ancora riuscita a reperire il libro), tanto da vederlo 3, 4 volte, che pure questo romanzo finirà tra quelli da assolutamente avere prima o poi :)

zia Sam ha detto...

SALVE, se interessa l'ho messo in vendita qui:

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=250897485406&ssPageName=ADME:L:LCA:IT:1123