martedì 25 maggio 2010

Billy Bones. Sulla strada per Maipiù - Christopher Lincoln (doppia recensione)



Un nuova avventura dark per Billy Bones e Melisenda.
Pare tutto tranquillo al Maniero delle Buone Maniere. Billy e Melisenda ammirano i preparativi per il viaggio in mare della nuova nave che Madame Granserioso ha fatto costruire e c’è in programma un viaggio molto lungo. Anche loro vorrebbero partecipare a questo viaggio, ma devono restare sulla terraferma per completare i loro studi.
Ma i ragazzini si sa… quando si mettono in testa una cosa, e questa cosa ha a che fare con la parola “avventura” le pensano tutte.
Si trovano così ad escogitare il modo per trovare Pietro-Occhio-Di-Vetro, il bis molto molto bisnonno di Billy, perché chi meglio di un pirata può capitanare una nave?
C’è un problema: Pietro si è dovuto nascondere dopo che le vicende precedenti alle prese con Squalone lo hanno coinvolto e si pensa che lui sia un traditore.
E nonostante non debbano più preoccuparsi di Squalone, altri pericoli si nascondono nell’Oltretomba. Miss Rococò ha in serbo per loro progetti nefasti e perciò organizza un piano diabolico che porterà Melisenda e lo Zio Tristo nel peggior posto che possa esistere: Maipiù.
Il coraggioso Billy, in nome dell’amicizia per Melisenda e dell’affetto che lo lega allo Zio Tristo si avventura di nuovo nell’Oltretomba, torna ad essere lo scheletrino che era e ci accompagna attraverso nuovi oscuri mondi.
E’ una semplice favola, ma non resisto a queste edizioni della Newton Compton. Già mi ero affezionata alla prima storia di Billy Bones, come non lasciarsi corrompere dalla seconda? È bene tornare un poco bambini ogni tanto.
Christopher Lincoln ci regala un’altra bella favola dark, tutta stile “Tim Burton”, amabilissima a chi piace il genere.

Articolo di Fernanda "BlueBerry"



Di Billy Bones se n’era già parlato qualche tempo fa da questi parti, l’aveva fatto l’ottima Fernanda.
Il virus ha contagiato anche altri tra noi e quindi eccoci qui a raccontare della seconda avventura del buon scheletro, in questo caso fuori dall’armadio.
Billy Bones si trova, suo malgrado, sulla strada per Mai più a causa di una lotta di potere che si sta combattendo dall’altra parte e che coinvolge i suoi genitori scheletri, i genitori della sua migliore amica e nipote Melisenda e gli altri suoi amici che abitano nel paese delle persone morte. Per qualche tempo tornerà ad essere uno scheletro e vivrà alcune interessanti avventure.
Ma ecco affiorare il nocciolo della questione per noi lettori adulti. Che senso ha leggere un libro per bambini? Credo che ci aiuti a tornare piccoli, che è abbastanza banale come spiegazione, però è vero che per qualche ora questo libro ci trasporta da un'altra parte, ci distrae e ci alleggerisce l’animo, ci strappa qualche sorriso e questo non può che farci bene.
A contribuire all’appeal di questo libro la copertina morbida, il bordo nero, le sfumature blu, tutto questo ci prepara sia attraverso il tatto e la vista a tuffarci in questa storia gotica.
Inoltre confessarci qui, su Corpi Freddi, ci permette di avere un segreto in meno nel nostro armadio. Speriamo non faccia troppi danni quando esploderà. Come dite, i segreti esplodono? Si, e fanno anche un bel botto.

Articolo di Stefano Pitzus

Dettagli del libro
  • Listino € 12,90
  • Editore Newton Compton
  • Collana Nuova Narrativa
  • Data uscita 08/04/2010
  • Pagine 240, rilegato
  • Lingua Italiano
  • EAN 9788854117662

3 commenti:

MrBillyBones ha detto...

Thank you both. Lovely!

Martina_PL ha detto...

Bella bella la doppia recensione. Accidenti dovrei avere un alter ego per leggere tutti i libri che vengono proposti nel blog!!!

Chiara Gallese ha detto...

Per che età lo consigliate? Mia figlia ha 9 anni e mezzo e dice che usa termini troppo difficili per lei...