domenica 21 marzo 2010

L'indiziata - Richard North Patterson


Scrivere un legal thriller decidendo di trattare la questione israelo-palestinese è indubbiamente una sfida non da poco, seppur stimolante; scriverlo bene e mantenendo una visione d’insieme sull’argomento, senza prendere le parti di alcuna fazione è un’impresa quasi impossibile, ma che a Richard North Patterson riesce pienamente.
Dopo “I 59 giorni”, romanzo incentrato sulla pena di morte, “L’indiziata” affronta anche più spinoso con una competenza ed una visione d’insieme che possono solo essere ammirate.
La vicenda parte in modo “classico”: l’omicidio del primo ministro israeliano su terreno americano, una donna che viene accusata di essere una delle “menti” dietro l’attentato, un avvocato che dovrà difenderla; fin qui tutto, o quasi, nella norma.
Ma se questa donna è palestinese, se l’avvocato è ebreo e con ambizioni politiche e se i due hanno avuto una storia ai tempi dell’università, allora le cose si complicano.
E’ così che David Wolfe comincerà una ricerca della verità, arrivando anche a partire per un viaggio in Israele, Cisgiordania e territori occupati e scoprendo le varie sfaccettature di una tragedia umana prima che politica e religiosa.
Un romanzo avvincente sul lato thrilleristico, ma i cui pregi vanno ben oltre questo aspetto: è un libro in c’è una ricerca degna di un vero servizio giornalistico, quel che ci si aspetterebbe di leggere sui giornali e non in quello che, alla fine, è una storia d’intrattenimento.
Veramente apprezzabile la capacità dell’autore di non prendere posizione, di dar voce ad entrambe le fazioni in modo neutrale, mostrando gli aspetti moderati e quelli estremisti che, per forza, si trovano in tutte e due i lati: dimostrazione che la volontà di pace non dovrebbe avere alcun tipo di colore.
Un libro notevole, consigliatissimo, indipendentemente dalla mia passione per i libri di North Patterson.

Articolo di Aries1974

Dettagli del libro
  • RICHARD NORTH PATTERSON
  • L'indiziata
  • Trad. di A. Biavasco e V. Guani
  • MYSTERY/THRILLER/ SUSPENSE - THRILLER
  • TEADUE 1769;
  • pp. 606;
  • Prima edizione Euro 9,60
  • ISBN 978-88-502-2073-1
  • Prima edizione 2010
  • Licenza Longanesi

11 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Scrittore che mi intriga moltissimo. Spesso mi scoraggia la notevole quantità di pagine dei suoi romanzi.
Adoro comunque l'aspetto legal nei romanzi.
Per ora in libreria ho "I 59 giorni".

Aries1974 ha detto...

I 59 giorni è un gran bel thriller, anch'esso parecchio impegnativo come argomento, e, pur arrivando alla fine di un ciclo, ben leggibile a sé stante.
Riguardo al numero di pagine: ti assicuro che scorrono veloci, è uno degli autori che si divorano più in fretta ed i suoi personaggi sembrano vivi.

Ricorda che spesso i suoi romanzi sono in qualche modo collegati tra di loro (cicli che hanno gli stessi personaggi, protagonisti di un romanzo che sono comprimari in un altro), quindi è consigliabile partire da qualche "punto fermo".

Se vuoi qualche dritta chiedi pure ;)

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Ecco già questo fatto dei collegamenti mi affascina moltissimo.
Se ti va di farmi un riepilogo della sua produzione te ne sarei grato vecchio mio :-)
In modo da vedere come iniziare.

Aries1974 ha detto...

Con molto piacere :)

Dal punto di vista strettamente cronologico i libri di Patterson pubblicati in Italia sono:
- Grado di colpevolezza
- Il peso dell'innocenza
- Giudizio Finale
- Il silenzio del testimone
- Nessun luogo è sicuro
- Tutta la verità
- Chiamato a difendere
- Scelta Obbligata
- I 59 giorni
- L'indiziata
- Il prezzo della scelta

Poi ce ne sarebbero altri mai pubblicati in italia e che mi sono procurato da Amazon, ma ci si può accontentare :)
Se li leggi in quest'ordine vai sul sicuro, ma non è obbligatorio.

Considera che Grado di colpevolezza, Il peso dell'innocenza e i 59 giorni hanno gli stessi protagonisti in momenti successivi della loro vita, anche se come ti dicevo puoi tranquillamente leggere i 59 giorni senza grossi spoiler.

Stesso discorso per Nessun luogo è sicuro, Chiamato a difendere e Scelta obbligata, qui però ti consiglio di seguire l'ordine di lettura, perché sei a rischio spoiler.

Giudizio finale, poi, è particolare: la protagonista compare prima ne "Il peso dell'innocenza" e sarà poi coprotagonista anche in "Chiamato a difendere".

"Tutta la verità" e "Il silenzio del testimone" sono invece piuttosto autonomi, dato che i legami con gli altri libri (soprattutto non leggendo quelli pubblicati prima in originale) sono veramente labili.

Riassumendo ti consiglio fortemente (a parte i 59 giorni) di iniziare con Grado di colpevolezza (se lo trovi), Nessun luogo è sicuro o Il silenzio del testimone per poi proseguire con gli altri.

Non ho citato "Il prezzo della scelta" perché è in coda di lettura :)))

Comunque sulla mia libreria trovi qualche recensione più dettagliata, almeno di alcuni dei libri che ti ho citato, oltre a quelli in lingua di cui non ho parlato :)

Se vuoi altre dritte o non sono stato abbastanza chiaro chiedi pure :)

Martina_PL ha detto...

Consigliatissimi anche da parte mia, Killer, i libri di R.N.Patterson: capisci di più i grandi temi della politica americana leggendo i suoi libri che qualsiasi saggio storico-politico. E in più non ti annoi: crea dei gran personaggi che mi son piaciuti moltissimo. Comunque Aries ti ha dato tutte le dritte giuste.
Io sono ferma ai 59 giorni, per cui dopo questa interessante recensione di Aries devo aggiornarmi e prendermi pure questo.

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Grazie mille Sergio!!! Sei stato cristallino.
Ci potevamo fare un articolo oserei dire :-)
Sai che faccio...vado a piazzare tutto in wish list e mi atterrò scrupolosamente ai tuoi consigli.
Qualche volta bazzico pure nella tua libreria perchè sono curiosissimo di leggere le altre recensioni, conosci lo scrittore meglio di sua moglie secondo me :-)

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Caro Sergio,
ora ne te ne faccio una difficile: ho trovato un vecchio giallo mondadori (1983) intitolato "Il forestiero" (The outside man) proprio di Richard N.Patterson.
Mi sai dire qualcosa? Corrisponde a qualche altro titolo poi ripubblicato da Longanesi sotto un altro titolo?

Aries1974 ha detto...

Eccomi, ti rispondo ad entrambi i post ora :)

Effettivamente l'idea dell'articolo non sarebbe male, quasi quasi si può proporre al capo ;)

Sulla mia libreria trovi recensioni dettagliate per quanto riguarda i libri letti da quando mi sono iscritto ad Anobii e sintetiche per i libri letti prima ;)

Riguardo al forestiero devo dire che sei un segugio! Non sapevo che The outside man fosse stato pubblicato in italiano, tant'è che non è in nessun catalogo attuale.
Io l'ho letto in originale (motivo per cui non l'avevo citato): devo dire che è un romanzo gradevole, ma ancora "acerbo" rispetto a quelli successivi ed è slegato dal resto della cronologia... ti consiglio di leggerlo se "ti capita sotto mano", ma non sbatterti a cercarlo... discorso diverso per The Lasko Tangent che, sebbene anch'esso opera giovanile, è la base per il ciclo che parte con Grado di colpevolezza ed è sfizioso leggerlo :)

Che dici? Promosso? :)

Aries1974 ha detto...

PS: giuro, spero tanto che la moglie lo conosca comunque meglio, eh? :P

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Bravissimo Sergio. Comunque "Il forestiero" l'avevo letto qualche anno fa ma non ricordo assolutamente nulla. E questa normalmente non è una cosa positiva.
Inizierò con "Grado di colpevolezza" come dici tu.
Ti ringrazio molto, al prox incontro ti devo una birra.

Aries1974 ha detto...

Convertila in una coca ed è affare fatto ;)

Riguardo al forestiero non mi stupisce che non ti ricordi nulla: è il classico libro che consiglierei ad un appassionato che vuole leggere veramente tutto di Patterson, non certo a chi vuole cominciare a conoscerlo ed apprezzarlo :)