venerdì 15 maggio 2009

Il principe della nebbia - Carlos Ruiz Zafón



Dopo aver tanto apprezzato il meraviglioso best-seller “L’ombra del vento”, ho voluto leggere il libro d’esordio di Zafon scritto nel 1993, ma arrivato in Italia solo nel 2006. Il suo stile si riconosce fin dai primissimi versi, la sua capacità descrittiva è tale da permetterti di entrare nel libro sin dalle prime parole; è un romanzo breve condito d'atmosfere noir ed esoteriche decisamente avvincente, piacevole da leggere in quanto scritto con maestria. Anche se solo di 136 pagine, la storia è di un’ intensità totale e riesce ad appassionare il lettore… i segreti e le leggende narrate in questo libro, creano un’atmosfera simile a quella già conosciuta e amata ne “L’ombra del vento”. Molte sono le assonanze tra i due libri… Anche qui il protagonista è un ragazzino, Max, figlio di un orologiaio che nel pieno della Seconda Guerra Mondiale decide di trasferirsi con tutta la famiglia da una grande città della Spagna ad un paesino in riva al mare. Il minuscolo villaggio che accoglie la famiglia Carver, lascia subito in Max una sensazione di angoscia mista a curiosità: l'orologio della stazione va all'indietro, quasi stesse misurando un conto alla rovescia, mentre un gatto dallo sguardo inquietante ed indagatore li accoglie costringendoli (grazie alle insistenze della sorellina minore di Max, Irina) ad adottarlo. Max, con l'aiuto del nuovo amico Roland, nipote dell'anziano guardiano del faro, e della sorella maggiore Alicia scaverà in una torbida storia che affonda le proprie radici nel passato, una terribile storia che ha lasciato dietro di sè una lunga scia di sangue, dolore e sofferenza, un'inquietante storia che vede protagonista il demoniaco Dottor Cain, detto il Principe della Nebbia, personaggio a metà strada tra un ciarlatano da baraccone e il diavolo in persona.
Questo romanzo giovanile rivela tutto il talento di Zafon, tutta la sua capacità di raccontare storie emozionanti sempre in bilico tra realtà e fantasia, tra naturale e soprannaturale. Nella sua narrazione si riesce sempre, secondo me, a scorgere un sentimento che muove la sua penna e che riesce ad arrivare sino a noi; molto più vicino ad un genere horror, questo libro ci fa pensare alle storie di King, soprannaturali e senza spiegazioni, ma con un'anima.

Note biografiche dell’autore:
Ruiz Zafon Carlos nato a Barcellona nel 1964. Autore di libri per ragazzi, è al suo esordio nella narrativa per adulti, con L’ombra del vento (Mondadori 2004). Vive a Los Angeles, dove è impegnato nell’attività di sceneggiatore. Collabora regolarmente con le pagine culturali di “El País” e “La Vanguardia“.

Articolo di Vivara

Dettagli del libro
  • Titolo: Il principe della nebbia
  • Autore: Ruiz Zafon Carlos
  • Prezzo: € 12,00
  • Traduttore: Jacomuzzi V.
  • Editore: SEI (collana Sestante)
  • Brossura: 136 Pages
  • codice ISBN-10: 8805060100
  • codice ISBN-13: 9788805060108
  • Data di pubblicazione: Jan 01, 2006


7 commenti:

luca aka deathline ha detto...

e questo romanzo da dove salta fuori?!?! bello, Zafon mi piace molto e questo lavoro mi pare non poco interessante. uff... altro titolo da mettere in lista:) brava Vivi!!!!

Vivara ha detto...

Non siamo ai livelli de "L'ombra del vento" però gli ingredienti "zafoniani" ci sono tutti in questo breve romanzo d'esordio. Il suo talento si vede già...
Vi dò anche un'anteprima: il 3 giugno esce il nuovo libro di Zafon dal titolo "Marina" edito Mondadori. Evvaiii!!

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Confesso la mia totale ignoranza su questo scrittore anche se sembra non propriamente in linea con i miei gusti...
Certo che se ne sente parlare moltissimo in giro...

DAscanifederica ha detto...

Considerato il periodo, 136 pagine sarebbero più che abbordabili per me! Però devo chiudere gli occhi e andare avanti. E seguo il killer nell'ignoranza sul citato scrittore... Avrei detto: e chi è costui?

Linda80 ha detto...

Complimenti a Vivara per la bella recensione!
Io ho letto "L'ombra del vento" e mi è piaciuto abbastanza... anche se non urlerei al capolavoro come hanno fatto altri.
Questo però non m'ispira molto...

BodyCold ha detto...

io gli altri due li ho..
mi manca solo questo :P
ne adrò alla ricerca :)
brava vivara bella recensione :)

Jimbose ha detto...

In verità, L'ombra del vento non mi ha fatto gridare al miracolo ma, l'ho detto innumerevoli volte, Fermìn Romero de Torres è un gran personaggio. Meriterebbe un romanzo tutto suo.