mercoledì 11 marzo 2009

Io sono leggenda - Matheson Richard



Premessa il film non l’ho visto, mi riferisco a quello recente con Will Smith, a dire il vero neanche gli altri
Comunque a detta di tutti il film non è all’altezza del libro, anzi è profondamente diverso è molto più brutto. Comunque io sono qui a parlare del libro.
Un libro che si legge facilmente, non ha intoppi, una scrittura sempre scorrevole, lo si finisce in fretta pure troppo!
A prima vista sembra esclusivamente un racconto horror, ma il libro in realtà, è complesso perché nasconde una grande verità.
La storia è semplice, lineare. Ponete il caso che siete l’ultimo sopravvissuto essere umano ancora “normale” in un mondo popolato da morti-morti-vampiri e da finti-morti-vampiri. Mettete che al calar del sole dovete assolutamente rinchiudervi in casa, attrezzati di corone d’aglio e crocifissi, come nella migliore tradizione vampiresca. Pensate anche, che avete un intenso desiderio di una donna e che un giorno, una donna bellissima si pone sul cammino delle vostre escursioni ammazza/vampiri-con-tanto-di-paletto, presentandosi come l’ultima donna “normale” .
Bene, gli ingredienti ve li ho elencati tutti, ho tralasciato le urla nella notte, la ricerca della causa, le spore e i microbi
Ho già detto troppo! è ora di lasciarvi al piacere della scoperta di questo libro, con una ultima avvertenza:
La normalità è un concetto legato alla maggioranza, rappresenta una qualità comune di molti uomini, non di uno solo.

Articolo di Marta

Dettagli del Libro:


Autore: Matheson Richard
Editore: Fanucci
Genere: letterature straniere: testi
Collana: Collezione vintage
Pagine: 226
ISBN: 8834713621
ISBN-13: 9788834713624
Data pubblicazione: Dec 2007



7 commenti:

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Grazie a Dio che c'è il blog!!!!
Praticamente quasi un giorno con Anobii in manutenzione e mi sembra di essere un tossico in astinenza all'ultimo stadio....
Ridateci Corpi Freddi.... :-(

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Grazie a Dio che c'è il blog!!!!
Praticamente quasi un giorno con Anobii in manutenzione e mi sembra di essere un tossico in astinenza all'ultimo stadio....
Ridateci Corpi Freddi.... :-(

Palazzo Lavarda ha detto...

Doveroso prima un commento sulla recensione di Marta. Mio figlio comprò il libro l'anno scorso, dopo aver visto il film, e sapevo da lui che è 'tutt'altra cosa'. E' da allora che ce l'ho in lista d'attesa di lettura. Ora lo leggerò al più pretso: la recensione mi ha incuriosito. Sill, tutti in crisi d'astinenza: stiamo intasando la bacheca di Body su Facebook!

Stefania ha detto...

Bellissima recensione Marta! E' un romanzo che da sempre vorrei leggere, non conosco Matheson, non ho mai letto niente su questo scrittore, ma ne ho sentito sempre dire un gran bene. Chissà che prima o poi...:)
ps.Si...impossibile collegarsi con anobii :( pure io soffro l'astinenza!

Carol ha detto...

Caspita questo libro dev'essere davvero bello... Il mio ragazzo (in genere allergico ai libri) se lo sta sbranando proprio ora! Ogni tanto si lamenta ma intanto se lo legge! Sarà senza dubbio uno dei prossimi che leggerò, questo Matheson mi attira decisamente!

Principessa ha detto...

Stupendo Marta.... mi hai fatto venire una gran voglia di leggerlo, anche perche ero molto incuriosita quando è uscito il film.... ci sarei andata volentieri a vederlo, ma poi niente.......
Sei grande!!!!

Matteo ha detto...

Libro superbo. Superbo. Credo uno dei migliori libri di fantascienza e non solo mai scritti da quando la penna, la carta e il rilegatore esistono.
Decisamente diverso e molto piu' profondo di un film per forza di cose (logica hollywoodiana piu' improntata sullo spettacolo che sulla qualità del contenuto e della profondità del messaggio da dare)risulta essere spettacolarizzato e forzato, nonostante mi sia comunque piaciuto, ma preso isolato senza scomodare paragoni impossibili col libro.
Matheson è un genio. Con questo libro certamente apre le coscienze del lettore: l'uomo è solo al mondo, c'e' poco da fare e per sopravvivere c'e' da farsi un mazzo tanto. Forse, è proprio il cane, proprio come nella vita, il miglior e piu' fedele amico dell'uomo. Gli altri, sono sempre li pronti ad "azzannarti". Mi piace vedere questa malattia Zombesca come una lettura molto critica, spietata direi, della natura umana: capace spesso e volentieri di tradire, di divorarti, piena di corruzione, pronta a tutto pur di sopravvivere. Mi sembra che il libro di Matheson, visto volutamente sotto certi punti di vista, sia estremamente attuale. La dimensione dell'uomo è messa decisamente sotto minaccia. Ci vuole mettere indubbiamente inguardia anche di fronte a noi stessi, incapaci di conoscersi e di mantenersi in vita. Molto molto profondo questo libro. Le parole quando l'ho letto, in aereo, erano come se si tramutassero immediatamente in immagini. Meravigliosa questa sensazione di vedere le parole. E non soltanto di leggerle e farle proprie. Libro spettacolare. Uno dei libri della mia vita. Senza dubbio.