giovedì 9 gennaio 2014

Shalom Patrizia Mintz


Ero agli inizi quando un giorno chiamai il suo Ufficio Stampa per chiedere il suo indirizzo in modo da poterle fare un'intervista. Il contatto ci fu, molto cordiale e ridemmo da matti quando venimmo a sapere che lavoravamo nella stessa azienda, mamma Rai.
Da quel giorno diventammo molto amici, facemmo una presentazione sfigatissima il giorno del derby Roma-Lazio col risultato che eravamo una decina scarsa in libreria, ma quante risate.
Un sorriso sempre stampato in faccia, il suo Arlia sempre tirato in ballo, i suoi romanzi letti sempre prima dell'uscita e giù di critiche e consigli.
Shalom amica mia, Shalom Patrizia Mintz.

Certe notizie ti piombano addosso all’improvviso e si fa fatica a metabolizzarle, ad accettarle. Ho conosciuto Patrizia alla presentazione di Veritas, il suo primo libro. Dopo ho avuto il piacere di leggerlo e recensirlo per il Blog Corpi Freddi. Non starò qui a scrivere che è una perdita per il mondo della cultura, per l’editoria ecc. è una perdita per tutti quelli che la conoscevano e che la amavano. E’ brutto quando una persona che ha ancora tanto da dire e raccontare se ne va così, per cause poi che sembrano veramente assurde. Di Patrizia ricordo la risata spontanea, il suo amore per gli animali e… anche la sua fede calcistica! Sono ricordi che porterò sempre cari nel mio cuore, come le figure del Vice questore Arlia e il gatto Ugo. Ciao Patrizia.

Enzo BodyCold Carcello e Marianna De Rossi e tutta la redazione



2 commenti:

brontolo ha detto...

ciao amica mia

IL KILLER MANTOVANO ha detto...

Ho avuto anche io il privilegio di conoscere Patrizia nella sua trasferta bolognese per la presentazione del suo ultimo romanzo.
Eravamo in pochi ma ci siamo divertiti tanto.
Conservo il ricordo di una bella persona: semplice, appassionata, genuina.
Ciao Patrizia.