martedì 10 febbraio 2009

La chimica della morte - Simon Beckett


Sam aveva ragione. Aveva detto che il corpo era alato, ed era la verità. Nella carne sui due lati della colonna vertebrale erano stati incisi due tagli profondi. In essi erano state conficcate
bianche ali di cigno, che facevano sembrare il corpo quello di un angelo caduto, in decomposizione
.”

Non potete immaginare quanto mi sono gustata questo libro ...assolutamente fantastico! Nessuna trama inutilmente complessa, niente FBI in azione frenetica o indagini macchinose di poliziotti dalla pistola perennemente in mano, in altre parole, nessuna "americanata". Un bel giallo semplice ma raffinato, carico di suspense e di atmosfera, con il classico assassino che ti puoi trovare dietro alla porta da un momento all'altro.
E da questo punto di vista l'ultimo terzo del libro è un vero capolavoro...paura, paura, questo è quello che cerco io in un romanzo di questo genere, e questo mi ha pienamente soddisfatta!
Forse mi sarebbe piaciuto che Beckett approfondisse un po' il significato psicologico di alcuni dettagli solo apparentemenete insignificanti (come gli animali morti trovati dentro alle vittime), forse un po' prevedibile, anche se non scontato, è stato l'assassino e un poco plausibili alcune risoluzioni finali, ma il risultato complessivo perdona ogni cosa.
In una parola: OTTIMO.

Articolo di Dolceluna

Altri Dati

Autore/i: Simon Beckett
Editore: RL Libri
Collana: Superpocket. Best thriller
Formato: Libro, tascabile
Data di pubblicazione: 2008
Pagine: 446
ISBN: 8846208870
ISBN 13: 9788846208873

6 commenti:

Stefania ha detto...

Bellissima recensione Elisa. letto nella primavera dello scorso anno e apprezzato tantissimo. In spasmodica attesa dell'edizione economica di "Scritto nelle ossa", prima o poi uscirà eh :)

Carrfinder ha detto...

Questa recensione è stata uno dei motivi che mi ha convinto ad acquistare il libro di Beckett.
L'edizione in economica (Bompiani euro 11,00) di "Scritto nelle ossa" uscirà nel mese di maggio.

Stefania ha detto...

@Carr : grazie carissimo ma a questo punto mi sa che attenderò l'uscita del superpocket come ho fatto per la Chimica (leggilo presto, non te ne pentirai!) , intanto smaltisco un po' di arretrati e poi appena uscirà me lo papperò subito :)))

babydreams ha detto...

Grande Elisa, bellissima recensione. Anch'io ho trovato questo libro stupendo, un triller che mi ha fatto accaponare la pelle in ogni sua pagina!!!

carla ha detto...

stupendo anche scritto nelle ossa.Adoro simon!!!!è più che un semplice scrittore, è anche un poeta. ci sono certe frasi nei suo libri fantastiche.
Elisa, sai per caso quando esce il terzo libro? so che in inglese è già stato pubblicato il 29 gennaio ma quanto ci vuole a tradurlo in italiano???? sono in trepidante attesa!! ciao

Carol ha detto...

Ammappete! Già dalla citazione stavo per metterlo in wish list! Dopo una recensione simile non posso evitarlo! Poi la frase "niente FBI in azione frenetica o indagini macchinose di poliziotti" mi ha dato il colpo di grazia: sarà mio :D